Sei Nazioni 2017: Italia, O'Shea "Dobbiamo diventare più forti mentalmente"

Il ct azzurro: "Sono sicuro che questa squadra abbia la possibilità di avere davanti a sé grandi giorni"

O'Shea, foto Lapresse

"Abbiamo giocato contro una squadra che sotto ogni punto di vista oggi era migliore di noi, dobbiamo continuare a lavorare partendo di giornate come questa". Il ct dell'Italrugby Conor O'Shea commenta così il il ko contro l'Irlanda al 6 Nazioni 2017. "Sono sicuro che questa squadra abbia la possibilità di avere davanti a sé grandi giorni a venire. Dobbiamo diventare più forti mentalmente e per farlo c'è ancora molto da cambiare nel rugby italiano".

"Abbiamo giocato contro una squadra che sotto ogni punto di vista era migliore di noi - ha proseguito O'Shea - Bisogna prendere i momenti in cui la nostra capacità di batterci fino alla fine della partita. Dobbiamo continuare a lavorare partendo di giornate come questa. Abbiamo un gruppo eccezionale di persone positive che non abbassano mai la testa, noi dovremo così continuare a lavorare per un lavoro a lungo termine ma soprattutto per toglierci qualche soddisfazione nel breve. Nelle prossime due settimane - ha concluso - dobbiamo essere pronti per la prossima partita che ci attende, dobbiamo subito guardare al nostro prossimo appuntamento nel torneo contro l'Inghilterra a Twickenham".

TAGS:
Rugby
Sei nazioni
Italia
O'shea

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X