Rio 2016: Schwazer, Russo: "Chi sbaglia paga"

Di Francisca sul marciatore squalificato dal Tas: "Io non ho mai barato"

Clemente Russo, foto lapresse

"Il mio pensiero è che chi sbaglia, paga". Dopo Tamberi, neppure da Clemente Russo arrivano parole di solidarietà ad Alex Schwazer. "Se lui aveva già pagato ed era pulito, era giusto che venisse all'Olimpiade. Se invece è ancora sporco, allora la pena si deve pagare", ha aggiunto il pugile azzurro. Di Francisca: "Non ho mai barato. Ho la coscienza pulita perché non mi sono mai dopata in vita mia. Sta a ognuno di noi comportarsi bene".

"Non ho mai pagato nessuno per farmi vincere - ha aggiunto la Di Francisca dopo l'argento vinto nella finale del fioretto - I risultati li voglio ottenere solo attraverso i miei sacrifici. Questa è la mia linea e lo sarà sempre". Ancora Russo: "Io credo che qui debba esserci tutto il mondo, purché sia pulito. Io ho avuto sette controlli antidoping a sorpresa in due settimane, spero che anche in Russia glieli facciano".

TAGS:
Rio
Olimpiadi
Schwazer
Russo
Di francisca

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X