Murray si lecca le ferite: "Avrei dovuto fare meglio tante cose"

Lo scozzese dopo il ko con Fognini: "Non sto giocando il mio miglior tennis"

  • A
  • A
  • A

Dopo la pesante sconfitta contro Fognini, Andy Murray si lecca le ferite. "Ci sono tante cose che avrei potuto fare meglio, in particolare nel secondo set - ha ammesso lo scozzese analizzando il match -. Lui giocava con grande anticipo, spingendo la palla vicino alle linee e comandando gli scambi". "Non sto giocando il mio miglior tennis, certo, ma non credo che dipenda dall'aver raggiunto la prima posizione nel ranking", ha aggiunto.

"A Monte-Carlo e Barcellona mi ero sentito meglio sul campo, invece nelle ultime due settimane in particolare come spostamenti non sono al top e questo sulla terra può rappresentare un handicap, specie con un giocatore di talento come Fabio, capace di variazioni di ritmo e di efficaci smorzate", ha proseguito il numero uno del mondo. "Come mi approccio al Roland Garros? Domani mattina tornerò a casa, mi allenerò duro per qualche giorno e poi lunedì o martedì mi sposterò a Parigi, facendo tutto il possibile per preparare nel migliore dei modi il secondo Slam della stagione", ha concluso il britannico.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments