IN SELLA CON RANDSTAD

Giro E, che successo: vip, competizione e divertimento

Con Randstad tanti ex sportivi si sono messi a pedalare

  • A
  • A
  • A

Il Giro E è il "Giro d'Italia del futuro", ecosostenibile e soprattutto per tutti. L'evento cicloturistico di contorno del Giro ha riscosso molto successo con tanti appassionati e non che hanno potuto vivere un'esperienza incredibile. Percorrere le strade dei corridori professionisti in sella alle e-bike in un vero e proprio gruppo. Ventuno tappe e un chilometraggio giornaliero da 70 a 115 km con alcuni membri delle squadre che si sono cambiati giorno dopo giorno. 

Randstad eCycling Team, capitanata da Roberto Chiozzotto, ad esempio ha portato diversi vip al via di ogni tappa. Da Moreno Torricelli, ex difensore della Juve, al grande sciatore Kristian Ghedina che ha preso parte alla frazione di casa sua a Cortina passando per Mauro Bergamasco. In sella alle Cannondale motorizzate Bosch anche Le Iene Nicolò De Devitiis e Veronica Ruggeri, e Ottavio Missoni. 

Un progetto ideato dal pilota Gian Maria Gabbiani insieme a Randstad, Bosch e Allenarsi per il Futuro: "Il nostro primo Giro E è andato alla grande, ci siamo divertiti e ci siamo tolti anche qualche bella soddisfazione indossando diverse maglie. Voglio ringraziare tutti i partner di questa avventura". Perché oltre al divertimento c'è stata pure un po' di sana competizione con i vari team agguerriti alla conquista delle diverse maglie, tappa dopo tappa. E l'emozione di arrivare in sul traguardo vero è un'emozione impagabile. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments