Portogallo-Francia 1-0: lusitani campioni d'Europa

Dramma sportivo per gli uomini di Deschamps, decide Eder al 109' senza Cristiano Ronaldo

di MAX CRISTINA

Il Portogallo è campione d'Europa. Nella finalissima di Saint-Denis si è consumato il dramma sportivo della Francia padrona di casa, battuta 1-0 ai supplementari da una rete di Eder al 109'. Per i lusitani di Santos è il primo titolo internazionale ed arriva dopo una partita giocata in gran parte senza l'aiuto di Ronaldo, uscito infortunato dopo venti minuti. Dopo il palo di Gignac al 92' e la traversa di Guerreiro al 108', il sinistro decisivo.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

AFP

Foto 11

AFP

Foto 12

AFP

Foto 13

AFP

Foto 14

AFP

Foto 15

AFP

Foto 16

AFP

Foto 17

AFP

Foto 18

AFP

Foto 19

AFP

Foto 20

AFP

Foto 21

AFP

Foto 22

AFP

Foto 23

AFP

Foto 24

AFP

Foto 25

AFP

Foto 26

AFP

Foto 27

AFP

Foto 28

AFP

Foto 29

AFP

Foto 30

AFP

Foto 31

AFP

Foto 32

AFP

Foto 33

AFP

Foto 34

AFP

Foto 35

AFP

Foto 36

AFP

Foto 37

AFP

Foto 38

AFP

Foto 39

AFP

Foto 40

AFP

Foto 41

AFP

Foto 42

AFP

Foto 43

AFP

Foto 44

AFP

Foto 45

AFP

Foto 46

AFP

Foto 47

AFP

Foto 48

AFP

Foto 49

AFP

Foto 50

AFP

Foto 51

AFP

Foto 52

AFP

Foto 53

AFP

Foto 54

AFP

Foto 55

AFP

Foto 56

AFP

Foto 57

AFP

Foto 58

AFP

Foto 59

AFP

Foto 60

AFP

Foto 61

AFP

Foto 62

AFP

Foto 63

AFP

Foto 64

AFP

Foto 65

AFP

Foto 66

AFP

Foto 67

AFP

Foto 68

AFP

Foto 69

AFP

Foto 70

AFP

Foto 71

AFP

Foto 72

AFP

Foto 73

AFP

Foto 74

AFP

Foto 75

AFP

Foto 76

AFP

Foto 77

AFP

Foto 78

AFP

Foto 79

AFP

Foto 80

AFP

Foto 81

AFP

Foto 82

AFP

Foto 83

AFP

Foto 84

AFP

Foto 85

AFP

Foto 86

AFP

Foto 87

AFP

Foto 88

AFP

Foto 89

AFP

Foto 90

AFP

Foto 91

AFP

Foto 92

AFP

Foto 93

AFP

Foto 94

AFP

Foto 95

AFP

Foto 96

AFP

Foto 97

AFP

Foto 98

AFP

Foto 99

AFP

Foto 100

AFP

Foto 101

AFP

Foto 102

AFP

Foto 103

AFP

Foto 104

AFP

Foto 105

AFP

Foto 106

AFP

Foto 107

AFP

Foto 108

AFP

Foto 109

AFP

Foto 110

AFP

Foto 111

AFP

Foto 112

AFP

Foto 113

AFP

Foto 114

AFP

Foto 115

AFP

Foto 116

AFP

Foto 117

AFP

Foto 118

AFP

Foto 119

AFP

Foto 120

AFP

Foto 121

AFP

Foto 122

AFP

Foto 123

AFP

Foto 124

AFP

Foto 125

AFP

Foto 126

AFP

Foto 127

AFP

Foto 128

AFP

Foto 129

AFP

Foto 130

AFP

Foto 131

AFP

Foto 132

AFP

Foto 133

AFP

Foto 134

AFP

Foto 135

AFP

Foto 136

AFP

Foto 137

AFP

Foto 138

AFP

Foto 139

AFP

Foto 140

AFP

Foto 141

AFP

Foto 142

AFP

Foto 143

AFP

Foto 144

AFP

Foto 145

AFP

Foto 146

AFP

Foto 147

AFP

Foto 148

AFP

Foto 149

AFP

Foto 150

AFP

Foto 151

AFP

Foto 152

AFP

Foto 153

AFP

Foto 154

AFP

Foto 155

AFP

Foto 156

AFP

Foto 157

AFP

Foto 158

AFP

Foto 159

AFP

Foto 160

AFP

Foto 161

AFP

Foto 162

AFP

Foto 163

AFP

Foto 164

AFP

Foto 165

AFP

Foto 166

AFP

Foto 167

AFP

Foto 168

AFP

Foto 169

AFP

Foto 170

AFP

Foto 171

AFP

Foto 172

AFP

Foto 173

AFP

Foto 174

AFP

Foto 175

AFP

Foto 176

AFP

LA PARTITA

Il Portogallo è campione d'Europa e chi meglio della squadra di Santos sa che genere di colpo ha inferto alla Francia padrona di casa. A dodici anni da quello psicodramma sportivo subito sulla propria pelle, i lusitani si prendono il trono d'Europa al Saint-Denis e senza il suo uomo migliore, quel Cristiano Ronaldo costretto ad abbandonare la barca dopo aver provato a portarla in porto con una gamba sola. A decidere la finalissima e scrivere la storia ci ha pensato uno che in Francia ci gioca, a Lille, con un sinistro perfido dopo centonove minuti di battaglia. Eder come Charisteas per una rivincita con il destino che ha punito la nazionale di Deschamps, sfortunata sul palo di Gignac al 92' ma mai troppo convinta nel chiudere il match. Di questo match rimarranno le lacrime: dei tifosi francesi, di quelli portoghesi e di Ronaldo, di dolore prima e di grandissima gioia poi.

La storia del Portogallo, di questo Portogallo, sarà ricordata a lungo. Una squadra a rischio eliminazione praticamente sempre e capace invece, con un pizzico di fortuna e tantissima tenacia, di mettere in fila tutti e conquistare il primo titolo della propria storia per di più in trasferta, in Francia contro i padroni di casa, soffrendo dal primo all'ultimo minuto ma reggendo con tattica, ordine e cuore per le due ore di gioco. Del resto il copione dei portoghesi è stato chiaro da subito, così come la buona Luna che li ha portati a vincere Euro 2016 vincendo una sola partita nei novanta minuti. Pazzesco. Nella finale di Parigi però la differenza l'ha fatta la compattezza con una squadra che privata della propria stella ha saputo fare gruppo, resistere e ripartire, barcollando ma senza crollare sotto i colpi di Griezmann e soprattutto Sissoko. Il palo di Gignac nel recupero quella botta di fortuna che non guasta mai, salvo restituirla ai francesi con la traversa di Guerreiro su punizione (che non c'era) ai supplementari. Poi il mancino di Eder a sorprendere Lloris e la festa sugli spalti dello Stade de France.

Dall'altra parte della barricata la storia triste della serata, quella della Francia dei giovani che per una volta ha fallito l'appuntamento col trionfo davanti ai propri tifosi, sfiorandolo ripetutamente ma senza raggiungerlo. I limiti dei Galletti sono emersi con l'aumentare della convinzione portoghese, ma quella vista nell'ultimo atto dell'Europeo è stata la brutta copia delle ultime uscite. Questione di dettagli, di centimetri a volte, come quelli che hanno negato in un paio di occasioni il gol a Griezmann, bravissimo ma non letale negli inserimenti. Oppure di scelte, come l'arretramento deciso di Pogba lontano dalla porta e dal gioco, quasi sprecato da Deschamps per dare a Sissoko campo e forza rispediti al mittente dalle parate di Rui Patricio. Poi il crollo nei supplementari, fisico prima e nervoso poi dopo il gol subito a cui non è corrisposta una vera e propria reazione. E allora tutti a rimpiangere quel palo di Gignac, e forse quel pullman scoperto per il trionfo previsto esposto troppo in fretta nel pomeriggio parigino. C'est la vie, e la vita questa volta ha premiato il Portogallo. E Cristiano Ronaldo.

LE PAGELLE

Eder 7,5 - L'uomo copertina del trionfo portoghese, e chi l'avrebbe mai detto. E' l'ultima mossa di Santos ed è quella che ha fatto saltare il banco. Il gol, ok, ma anche quel peso in attacco che tra una sportellata e una sponda ha mandato in tilt la fragile difesa francese

Pogba 5,5 - Piazzato davanti alla difesa e preso in consegna dagli avversari non va oltre il compitino limitando, non solo per colpa sua, il proprio potenziale. Non è entrato in partita

Guerreiro 7 - Conclude un ottimo Europeo con una grande partita. Sfiora il colpaccio con la traversa su punizione

Payet 5 - La sua finale si conclude al momento in cui manda ko Cristiano Ronaldo. Davanti non si vede, forse penalizzato dal modulo di Deschamps o da qualche senso di colpa

Rui Patricio 7 - Decisivo come Eder, ma il portiere si sa è più penalizzato da questo punto di vista. Salva il risultato con almeno tre ottimi interventi sullo 0-0

Sissoko 7 - Imprendibile in mezzo al campo, spacca in due la difesa con le sue folate offensive. Non trova il gol che meriterebbe

IL TABELLINO

PORTOGALLO-FRANCIA 1-0
Portogallo (4-4-2):
Rui Patricio 7; Cedric 6,5, Pepe 7, Fonte 6,5, Guerreiro 7; William Carvalho 7, Renato Sanches 6,5 (34' st Eder 7,5), Adrien Silva 6 (21' st Moutinho 6,5), Joao Mario 6,5; Nani 7, Cristiano Ronaldo 6 (24' Quaresma 6). A disp.: Lopes, Eduardo, Bruno Alves, Carvalho, Vieirinha, Danilo, Andre Gomes, Rafa Silva, Eliseu. Ct.: Santos 7
Francia (4-3-2-1): Lloris 6; Sagna 6, Koscielny 5,5, Umtiti 6, Evra 6; Sissoko 7 (5' sts Martial 5), Pogba 5,5, Matuidi 5,5; Payet 5 (13' st Coman 6), Griezmann 6; Giroud 5 (34' st Gignac 6). A disp.: Mandanda, Costil, Jallet, Rami, Kanté, Cabaye, Schneiderlin, Mangala, Digne. Ct.: Deschamps 5,5.
Arbitro: Clattenburg
Marcatori: 4' sts Eder
Ammoniti: Cedric, Joao Mario, Guerreiro, William Carvalho (P); Umtiti, Matuidi, Koscielny, Pogba (F)
Espulsi: nessuno

TAGS:
Euro 2016
Finale
Portogallo
Francia
Risultato
Tabellino
Pagelle

Argomenti Correlati

VOTATE

Euro 2016, Portogallo campione: titolo meritato?