Euro 2016, Galles-Belgio 3-1: semifinale storica

I gol di Williams, Robson-Kanu e Vokes regalano ai gallesi la prima semifinale della loro storia, mercoledì prossimo contro il Portogallo

di MARCO MUGNAIOLI

Robson-Kanu, Afp

Altro che Brexit. Il Galles batte 3-1 il Belgio, conquista la prima semifinale della sua storia (contro il Portogallo) e si prende di prepotenza il ruolo di vera sorpresa di Euro 2016. A Lille gli uomini di Coleman vanno sotto in avvio per un gran gol di Nainggolan, ma poi sfruttano le amnesie difensive del Belgio e pareggiano con Williams. Dopo 10' della ripresa Robson-Kanu sigla il 2-1 e nel finale la chiude Vokes.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

AFP

Foto 11

AFP

Foto 12

AFP

Foto 13

AFP

Foto 14

AFP

Foto 15

AFP

Foto 16

AFP

Foto 17

AFP

Foto 18

AFP

Foto 19

AFP

Foto 20

AFP

Foto 21

AFP

Foto 22

AFP

Foto 23

AFP

Foto 24

AFP

Foto 25

AFP

Foto 26

AFP

Foto 27

AFP

Foto 28

AFP

Foto 29

AFP

Foto 30

AFP

Foto 31

AFP

Foto 32

AFP

Foto 33

AFP

Foto 34

AFP

Foto 35

AFP

Foto 36

AFP

Foto 37

AFP

Foto 38

AFP

Foto 39

AFP

Foto 40

AFP

Foto 41

AFP

LA PARTITA

Dimenticate l'Islanda, la vera sorpresa di questo Europeo è il Galles del ct Coleman. Dopo aver chiuso il girone davanti all'Inghilterra e aver eliminato l'Irlanda agli ottavi, Bale e compagni fanno fuori anche il più blasonato Belgio e alla prima apparizione di sempre alla fase finale di un Europeo sono tra le migliori quattro squadre. Mercoledì contro il Portogallo mancheranno Davies e Ramsey squalificati, ma con questo spirito ogni impresa è possibile. Spirito che è mancato invece al Belgio, che era partito benissimo ma si è sciolto col passare dei minuti, troppo schiavo delle invenzioni dei suoi talenti e penalizzato da una difesa martoriata dagli infortuni.

Tutto confermato per il ct Coleman, che ripropone la formazione che ha battuto l'Irlanda ai quarti con l'unica eccezione di Robson-Kanu, che prende il posto di Vokes al fianco di Bale in attacco. Cambi obbligati invece per il ct Wilmots, che recupera l'acciaccato Hazard ma deve rinunciare a Vermalen (squalificato) e Vertonghen (infortunato) e sceglie Denayer e J. Lukaku, fratello di Romelu. A centrocampo Carrasco viene preferito a Mertens per completare la linea a tre alle spalle di Lukaku con il fantasista del Chelsea e De Bruyne.

Inizio molto deciso del Belgio, che parte aggressivo e dopo pochi minuti ha subito una clamorosa triplice occasione: Carrasco a tu per tu col portiere gli calcia malamente addosso, la conclusione di Meunier viene rimpallata dalla difesa e finisce sui piedi di Hazard, che calcia a botta sicura e trova il miracoloso salvataggio di Taylor. La risposta del Galles è affidata a Bale, che vola per 50 metri e scarica un gran sinistro sull'esterno della rete. L'inizio è bellissimo, il ritmo molto alto e ad accendere definitivamente la partita ci pensa prima del quarto d'ora Nainggolan, che da fuori area scaglia un destro micidiale all'incrocio e porta i suoi in vantaggio. Il gol subito costringe il Galles ad alzare il baricentro, ma invece di lasciare spazio al micidiale contropiede degli avversari come ci si aspetterebbe, Bale e compagni iniziano a fare possesso e a mettere in difficoltà la sperimentale difesa belga: Ramsey va via a Lukaku sulla destra e mette in mezzo per il piazzato di Taylor respinto in corner da un miracoloso Courtois. Sono le avvisaglie che il pareggio è nell'aria e infatti intorno alla mezz'ora Williams salta indisturbato in mezzo all'area sugli sviluppi di un calcio d'angolo e batte l'incolpevole portiere belga. Il gol è una mazzata per il morale degli uomini di Wilmots, che faticano a pressare gli avversari, arrivano al tiro soltanto da fuori area e in difesa vanno spesso in difficoltà sulle accelerazioni improvvise di Bale e i sui calci piazzati: Williams va vicino a una clamorosa doppietta ancora di testa su corner, poi nel finale Robson-Kanu spreca un bell'assist di Ramsey. Tra gli applausi convinti dei tifosi gallesi si chiude un primo tempo a due facce in cui il Belgio ha dominato in avvio e dopo il vantaggio è stato decisamente messo sotto dai britannici.

La ripresa comincia con Wilmots che getta nella mischia Fellaini al posto di Carrasco per dare più sostanza al centrocampo, avanza Nainggolan e sposta De Bruyne a destra e Hazard largo a sinistra. Il nuovo assetto tattico dà fiducia al Belgio, che inizia con aggressività e nei primi minuti si rende pericoloso due volte con Lukaku di testa e una con Hazard, che fa il fenomeno sulla sinistra, salta tre uomini e prova un tiro a giro che sfiora il palo e finisce fuori. Nel momento migliore del Belgio, però, arriva a sorpresa il vantaggio gallese: Ramsey aggancia un gran pallone e serve in mezzo per Robson-Kanu, l'attaccante ex Reading manda al bar Meunier e Lukaku con una gran finta e batte Courtois per il 2-1. Come nel primo tempo, il gol segnato dà grande coraggio al Galles che nei minuti seguenti, ancora su calcio d'angolo, va due volte vicino al tris prima con Taylor e poi con Williams. Wilmots prova a dare una scossa ai suoi invertendo le posizioni di Hazard e De Bruyne, il giocatore del City sfonda sulla destra e mette in mezzo un bel pallone, ma la difesa gallese fa buona guardia. Il ct belga prova il tutto per tutto inserendo Mertens per J. Lukaku, il Belgio attacca in massa cercando di sfruttare l'abilità aerea di Fellaini, che a 15' dal termine va vicinissimo al pareggio di testa da dentro l'area piccola. Nei minuti finali proteste di Nainggolan per un presunto rigore che poteva essere fischiato, ma a parte questo il Belgio non produce nulla e anzi viene punito da Vokes, che entrato da cinque minuti sfrutta benissimo di testa un cross di Gunter e sigla il 3-1 che significa una storica semifinale e una notte di festa.

LE PAGELLE

Robson-Kanu 7,5 Quest'anno ha segnato 3 gol in 28 partite di Championship con il Reading che non gli ha rinnovato il contratto. Questa sera è l'eroe di un popolo intero
Ramsey 7,5 Probabilmente il migliore in campo dei suoi. Ha dato qualità e quantità in ogni zona del campo, avrà sbagliato tre palloni in tutta la partita, sta facendo un Europeo super, la sua assenza peserà molto 
Williams 7 Il baluardo della difesa gallese trova il gol del pareggio e va più volte vicino a una doppietta che sarebbe stata clamorosa

Meunier 6,5 Uno dei più positivi e propositivi dei suoi. Spinge con grande continuità sulla fascia destra e dai suoi piedi partono cross interessanti
Nainggolan 7 Apre la gara con un missile che si insacca all'incrocio e lotta per tutta la gara in ogni posizione del centrocampo Wilmots lo schieri. L'ultimo a mollare
Hazard 5 Non era al meglio fisicamente e questo di certo ha influito, ma il giocatore ammirato con l'Ungheria sembra lontano parente di quello arrogante e inconcludente visto stasera

IL TABELLINO

GALLES-BELGIO 3-1 
Galles (3-5-2):
Hennessey 6; Chester 6,5, Williams 7, Davies 6,5; Gunter 6,5, Taylor 7; Allen 6,5, Ledley 6 (27' st King 6), Ramsey 7,5 (44' st Collins sv); Bale 7, Robson-Kanu 7,5 (35' st Vokes 7).
A disp: Williams, Ward, King, G.Williams, Edwards, Richards, Cotterill, Vokes, Collins, J.Williams, Vaughan, Church Ct: Coleman
Belgio (4-2-3-1): Courtois 6,5; Meunier 6,5, Alderweireld 5,5, Denayer 5, J. Lukaku 4,5 (30'st Mertens 5,5); Witsel 5, Nainggolan 7; Carrasco 4,5 (1'st Fellaini 6), De Bruyne 4,5, Hazard 5; R. Lukaku 4,5 (38' st Batshuayi sv). 
A disp: Mignolet, Gillet, Fellaini, Mertens, Origi, Kabasele, Dembelè, Benteke, Batshuayi, Ciman. Ct: Wilmots
Arbitro: Skomina (Svn)
Marcatori: 12' Nainggolan (B), 30' Williams (G), 55' Robson-Kanu (G), 85' Vokes (G)
Ammoniti: Davies (G), Chester (G), Gunter (G), Fellaini (B), Ramsey (B), Alderweireld (B)
Espulsi:

TAGS:
Euro2016
Galles
Belgio
Quarti di finale

Argomenti Correlati