Fill vince la Coppa di combinata

L'azzurro ancora a podio in combinata: vince Muffat-Jeandet davanti al russo Trikhichev

  • A
  • A
  • A

Peter Fill è lo sciatore azzurro del momento. Con il terzo posto nella prestigiosa combinata di Wengen, in Svizzera, non solo regala un altro podio alla stagione dell'Italia, ma si assicura con anticipo anche la Coppa del Mondo di combinata, non essendo previste altre prove. La combinata di Wengen è stata vinta dal francese Muffat-Jeandet, davanti al russo Trikhichev. Quinto Paris, fuori Innerhofer.

Peter Fill aggiunge un'altra coppa di cristallo alla sua prestigiosa collezione. Dopo le Coppe di discesa vinte nel 2016 e nel 2017 ecco che l'azzurro si aggiudica anche quella di Combinata, sfruttando i due podi negli unici due appuntamenti previsti in questa stagione. Dopo il secondo posto di Bormio, Fill chiude al terzo posto a Wengen, dopo che in discesa si era piazzato quarto. Un podio che gli regala la coppa di specialità, anche grazie all'assenza di Pinturault che aveva vinto a Bormio. Ed è stato un altro francese, Muffat-Jeandet, a conquistare la combinata di Wengen: 27esimo dopo la discesa, ha staccato tutti in slalom, battendo il russo Trikhichev (partito 29esimo).

Le premesse per una grande giornata azzurra erano state messe nella discesa, dominata dall'austriaco Vincent Kriechmayr, che aveva chiuso con 59 centesimi su Hannes Reichelt. Ma i due austriaci hanno alzato bandiera bianca in slalom: Reichelt non ha nemmeno preso il via, Kryechmayr è uscito. Dopo la discesa l'Italia aveva Paris terzo, Fill quarto e Innerhofer quinto. Quest'ultimo, però, ha inforcato in avvio di slalom, mentre Fill con grande costanza ha centrato un podio fondamentale per tenere dietro in classifica di specialità Jansrud, alla fine quarto in combinata. Paris si è difeso, chiudendo al quinto posto.

Il favorito alla vittoria, l'elvetico Luca Aerni, dopo il ventesimo posto nella libera esce a metà tracciato nello slalom in una giornata nera per gli sciatori svizzeri che vede andare fuori pista anche Marc Gisin, nono al termine della prima prova. Il successo va al francese Victor Muffat-Jeandet, 27° al termine della libera, che chiude in 2'35”29. Il russo Pavel Trikhichev dalla 29a posizione chiude al secondo posto con un ritardo di +0”96.

Fill, arrivato al traguardo con un ritardo di 1"15, ha staccato Jansrud di un solo centesimo. Al traguardo non ha nascosto la felicità per il podio ma soprattutto per la coppa di specialità: "Non era solo il podio importante – esulta Fill al traguardo - ma anche il trofeo. I discesisti devono fare la differenza prima, oggi era difficile resistere nello slalom per noi ma ho combattuto fino in fondo ed è andata bene. Provo a dare il massimo, ci sono sempre anche se a volte è mancata un po' la fortuna. Oggi invece visti i tempi al traguardo è stata tanta".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments