CORTINA 2021

Mondiali di sci: il parallelo maschile va a Faivre, battuto Zubcic in finale

Il francese si aggiudica la medaglia d’oro nel gigante parallelo di Cortina dominando la finalissima. Bronzo a Loic Meillard, De Aliprandini sfiora le semifinali

  • A
  • A
  • A

Mathieu Faivre vince la medaglia d’oro nel parallelo maschile ai Mondiali di sci di Cortina. Il francese batte nella finalissima Filip Zubcic, con un tempo complessivo migliore di 48 centesimi. Bronzo allo svizzero Loic Meillard, che supera Alexander Schmid nella finalina. Parallelo amaro per Luca De Aliprandini, unico azzurro a superare le qualificazioni: ai quarti è proprio Schmid a batterlo per soli 6 centesimi.

Il dominio austriaco in campo maschile ai Mondiali di Cortina trova una sua conclusione nel parallelo: la medaglia d’oro va infatti al francese Mathieu Faivre, alla fine di una competizione equilibrata benché caratterizzata (come accaduto nel torneo femminile) da un’eccessiva differenza fra la pista blu e quella rossa, e da un regolamento che ha penalizzato eccessivamente, nel suo complesso, chi partiva in svantaggio nelle seconde manche di ciascun turno.
Proprio la finalissima è una delle poche sfide a senso unico: Faivre, infatti, batte Filip Zubcic in entrambe le run, complice anche un errore del croato nella prima mini-manche, e accumula complessivamente un vantaggio di 48 centesimi di secondo rispetto al suo avversario, che deve accontentarsi della medaglia d'argento. Sorriso tirato, poi, per il vincitore della medaglia di bronzo, Loic Meillard: lo svizzero, tra i favoriti alla vigilia e autore della miglior prestazione nelle qualificazioni, si arrampica fino alla semifinale ma si arrende proprio a Zubcic, battendo poi nella finalina, per ritiro nella ‘run 2’, del tedesco Alexander Schmid. Proprio quest’ultimo nega l’impresa all’unico italiano che in mattinata aveva superato il turno di qualificazione, Luca De Aliprandini: nei quarti di finale, infatti, l’azzurro recupera lo svantaggio accumulato nella prima run ma arriva alla fine della seconda a soli 6 centesimi, dovendo dare addio a ogni speranza di medaglia.
Tra i delusi c’è poi un altro atleta uscito di scena ai quarti, Fabio Gstrein: autore del miglior tempo del suo gruppo di qualificazione in mattinata, l'austriaco si arrende proprio a Faivre nei quarti, e non consente così al suo Paese di continuare l’impressionante filotto di successi, nelle gare maschili, ottenuti nella prima settimana di gare ai Mondiali.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments