ITALIA-GRECIA 2-0

Italia-Grecia 2-0: gli Azzurri si qualificano da primi per Euro 2020

Un rigore di Jorginho e Bernardeschi stendono la squadra di Van't Schip: Mancini conquista il pass con tre turni d'anticipo

di
  • A
  • A
  • A

L'Italia supera 2-0 la Grecia e si qualifica per Euro 2020 con tre partite d'anticipo e aritmeticamente da prima nel girone. All'Olimpico di Roma, la Nazionale passa nella ripresa grazie a un calcio di rigore di Jorginho (63') e a un sinistro di Bernardeschi deviato (78'). Gli azzurri di Mancini fanno il vuoto nel Gruppo J, dove comandano con 21 punti. La Grecia resta penultima con soli 5 punti.

LA PARTITA
Missione compiuta per l'Italia, che supera la Grecia con il minimo sforzo e stacca il biglietto per Euro 2020. Un risultato storico per gli azzurri, visto che mai la nostra Nazionale si era qualificata con tre turni d'anticipo. Il record è frutto di sette vittorie in sette partite, con 20 gol fatti e tre subiti: numeri importanti, che certificano la straordinaria trasformazione realizzata da Roberto Mancini in 1 anno e 5 mesi di lavoro. Dalle macerie post Italia-Svezia alla costruzione di una squadra giovane, talentuosa e organizzata: ci sono tutte le premesse per una buona dose di divertimento in arrivo tra otto mesi. 

Mancini può essere soddisfatto per il risultato e poco altro, ma per una volta contavano soltanto i tre punti e dunque si può anche chiudere un occhio. All'Olimpico è mancata soprattutto l'intensità contro una squadra, la Grecia, che sceglie di chiudersi con un 4-5-1 molto compatto. Ogni corridoio viene sbarrato e per attendere un tentativo nello specchio della porta bisogna aspettare il 55', quando Immobile impegna di testa Paschalakis.

La mediana azzurra fa viaggiare la palla al rallentatore, ma i problemi riguardano anche le corsie laterali dove la benzina pare un po' pochina. Così per gli ospiti è fin troppo agevole restare dentro la gara fino al minuto 62, quando una conclusione di Insigne viene parata col braccio da Bouchalakis: rigore netto che Jorginho è bravo a realizzare con precisione. A chiudere i conti ci pensa poi Bernardeschi con un sinistro deviato leggermente da Giannoulis (78'). In giro per l'Europa, tra otto mesi, potremo dare parecchio fastidio a chiunque. 
 

LE PAGELLE

Insigne 6,5 - Con gli spazi stretti fatica, e anche tanto, per un'ora. Poi una sua conclusione provoca il calcio di rigore e nell'ultima mezz'ora ha modo di pungere. 

Jorginho 6,5 - Prestazione molto al di sotto dei suoi standard. Lento e scolastico nel fare girare la palla, però dagli 11 metri spiana la strada per la qualificazione.

Barella 5,5 - Partita di sostanza, con pochi acuti. Può e deve fare di più sia in fase di costruzione, sia quando c'è da attaccare.

Chiesa 5,5 - La solita corsa sulla destra, ma senza lasciare il segno. Nessuna traccia di conclusioni o dribbling, lascia il campo per infortunio dopo 39 minuti.

Immobile 6 - Generoso e determinato a fare il massimo nel suo stadio. Soffre insieme al resto dei compagni la compattezza degli ospiti, ma è l'unico a rendersi pericoloso prima del vantaggio.

D'Ambrosio 5,5 - Non è costante nella spinta e a volte è troppo impreciso. Non sfrutta al meglio la chance da titolare. 
 

IL TABELLINO

ITALIA-GRECIA 2-0
Italia (4-3-3):
Donnarumma 6; D'Ambrosio 5,5, Bonucci 6, Acerbi 6, Spinazzola 6; Verratti 6, Jorginho 6,5, Barella 5,5 (42' st Zaniolo sv); Chiesa 5,5 (39' Bernardeschi 6,5), Immobile 6 (35' st Belotti sv), Insigne 6,5.
A disp.: Sirigu, Meret, Biraghi, Mancini, Cristante, Izzo, Belotti, Grifo, Romagnoli, El Shaarawy. All.: Mancini 6
Grecia (4-3-3): Paschalakis 6; Bakakis 6, Chatzidiakos 6, Siovas 6, Stafylidis 6; Zeca 6, Kourbelis 6, Bouchalakis 5,5 (30' st Giannoulis 6); Limnios 5,5, Bakasetas 5, Koulouris 5 (22' st Donis 5,5).
A disp.: Vlachodimos, Dioudis, Lampropoulos, Fetfatzidis, Galanopoulos, Pavlidis, Vrousai, Mantalos, Koutris. All.: Van't Schip 6
Arbitro: Karasev (Russia)
Marcatori: 18' st rig. Jorginho (I), 33' st Bernardeschi (I)
Ammoniti: Chatzidiakos, Koulouris, Bouchalakis (G)
Espulsi: -


LE STATISTICHE
•    L’Italia ha segnato 20 gol nelle prime sette partite delle qualificazioni all’Europeo 2020: record per gli Azzurri dopo altrettante gare disputate nelle qualificazioni alla competizione.
•    L'Italia ha vinto tutte le ultime otto partite giocate (in tutte le competizioni) - solo una volta gli Azzurri hanno registrato più successi consecutivi: nove, negli anni '30 con Vittorio Pozzo in panchina.
•    L’Italia ha mantenuto la porta inviolata all’Olimpico di Roma per la prima volta da ottobre 2006 contro l’Ucraina.
•    Gli utlimi sei gol dell'Italia sono arrivati tutti nel corso della ripresa.
•    L'Italia ha realizzato tutti i cinque calci di rigore ricevuti sotto la guida di Roberto Mancini.
•    Jorginho - miglior marcatore della Nazionale sotto la guida di Roberto Mancini -  ha realizzato tre reti con la maglia della Nazionale Azzurra, tutti gol arrivati dal dischetto.
•    Jorginho ha segnato tre gol dal dischetto con la maglia dell'Italia, solo quattro giocatori ne contano di più: Roberto Baggio (sette), Alessandro Del Piero (sei), Daniele De Rossi (cinque) e Paolo Rossi (quattro).
•    L'ultimo giocatore dell'Italia che ha trovato il gol dal dischetto all'Olimpico di Roma è stato Massimo Oddo contro l'Ucraina ad ottobre 2006.
•    La precedente rete di Federico Bernardeschi con la maglia Azzurra risaliva al 10 ottobre 2018 contro l'Ucraina in amichevole.
•    Tutte e tre le reti di Bernardeschi in Nazionale sono arrivate dall'esterno dell'area di rigore.
•    Leonardo Bonucci ha disputato la sua 92ª partita con la maglia della Nazionale superando così Alessandro Del Piero al 10º posto della classifica all-time per presenze in Azzurro.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments