ITALIA-BELGIO 2-1

Nations League, Italia-Belgio 2-1: Barella e Berardi regalano il terzo posto a Mancini

A Torino una nazionale sperimentale riesce a battere la squadra di Martinez

  • A
  • A
  • A

Con due reti nel secondo tempo l'Italia conquista l'ultimo posto del podio della Nations League. Belgio battuto 2-1 grazie a Barella e al rigore di Berardi. La nazionale di Martinez, comunque, dopo aver colpito due traverse e un palo, accorcia le distanze con De Ketelaere a una manciata di minuti dal fischio finale.

LA CRONACA
Mancini cambia trequarti del centrocampo dando spazio a Pellegrini e a Locatelli, schierato nel ruolo di regista centrale. In avanti, addio al falso nueve e spazio a Raspadori, piazzato tra Berardi, a destra, e a Chiesa dall’altra parte. In difesa, con Bonucci squalificato, c’è la coppia Acerbi-Bastoni. Martinez è senza il tridente pesante (De Bruyne-Lukaku-Hazard) e sposta Saelemaekers nel ruolo di una delle due mezze punte (l’altra è Vanaken) alle spalle di Batshuayi. I principi di gioco delle due squadre, aiutati da un limitato ricorso al pressing, sono simili: ricerca dell’uomo libero nei mezzi spazi e apertura sull’esterno. Chiesa nei primi due minuti sfiora il gol in un paio di occasioni, mentre dall’altra parte ci prova senza successo Batshuayi.

Con l’aumento dell’aggressività l’Italia riesce a recuperare palloni in zona offensiva e Berardi impegna Courtois proprio in seguito a un’azione di pressing. Ma gli azzurri possono anche sfruttare altre armi, come la ricerca della profondità. Chiesa, spostato nella posizione di punta centrale, premia il taglio da sinistra di Raspadori che viene chiuso in calcio d’angolo. La partita è comunque vivace e Saelemaekers, su un appoggio da destra di Batshuayi, prende in pieno l’incrocio dei pali a Donnarumma battuto. In chiusura di tempo l’Italia si limita a difendere posizionalmente lasciando l’iniziativa al Belgio, che però costruisce molto ma conclude poco. Anzi, sono proprio gli azzurri ad avvicinarsi al vantaggio con Chiesa, che prima ci prova da fuori, poi, pescato da un cambio di gioco, si fa deviare il destro da Courtois a tu per tu con il portiere del Real.

La ripresa non poteva iniziare meglio. Barella, dopo una respinta difensiva su un calcio d‘angolo, azzecca un destro al volo che infila Courtois. Martinez mette dentro De Bruyne e De Ketelaere per Tielemans e Saelemaekers dando una nuova impronta offensiva ai suoi, che prendono in pieno la traversa con Batshuayi. Ma subito dopo Castagne atterra Chiesa in area e Berardi mette a segno il rigore del 2-0. Il Belgio reagisce due volte con Alderweireld, che però deve fare i conti con un super Donnarumma. Carrasco prende in pieno il palo prima che il tiro non irresistibile di di De Ketelaere abbassi il voto del portiere del Psg, dando al Belgio il gol del definitivo 2-1. Un risultato che regala a Mancini il terzo posto in Nations League e, soprattutto, la soddisfazione di aver ritrovato sprazzi dell'Italia migliore anche senza titolari importanti. 

LE PAGELLE 
Chiesa 7 -
Sfiora il gol in più di un'occasione, si procura il rigore che chiude la partita. E' sempre il più pericoloso in avanti. 
Raspadori 5,5 - Si fa apprezzare per le sponde e il lavoro sporco ma la volta che ha l'occasione giusta non la sfrutta.
Barella 7 - Il gol che sblocca la partita è una vera chicca. Per il resto, il solito prezioso lavoro in mezzo al campo. 
Saelemaekers 7 - Schierato sulla trequarti e non sulla fascia dimostra di saper trovare la posizione giusta nelle offensive dei suoi. 
Batshuayi 6,5 - Un voto che è la media tra la capacità di smarcarsi e la poca confidenza con la mira. 
Courtois 7 - Salva a tu per tu con Chiesa e per poco non para il rigore a Berardi. 

IL TABELLINO
ITALIA-BELGIO 2-1
Italia (4-2-3-1): Donnarumma 6,5; Di Lorenzo 6, Acerbi 6, Bastoni 6,5, Emerson 6; Barella 7 (26’ st Cristante sv), Locatelli 6, Pellegrini 6,5 (26’ st Jorginho 6); Berardi 6,5 (45’ st Insigne sv), Raspadori 5,5 (21’ st Kean 6), Chiesa 7 (45’ st Bernardeschi sv). All. Mancini 7
Belgio (3-4-2-1): Courtois 7; Alderweireld 6, Denayer 5,5, Vertonghen 5,5; Castagne 5, Witsel 6, Tielemans 5,5 (14’ st De Bruyne 6,5), Carrasco 6 (42’ st Trossard sv), Saelemaekers 7 (14’ st De Ketelaere 7), Vanaken 5,5; Batshuayi 6,5. All. Martinez 6
Arbitro: Jovanovic
Marcatori: 2’ st Barella (I.), 20’ st Berardi (I.), 42’ st De Ketelaere (B.)
Ammoniti: Vertonghen (B.), Di Lorenzo (I.), Witsel (B.), Alderweireld (B.), Emerson (I.)

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments