MotoGP, Domenicali su Lorenzo: "Gran pilota o campione? Sempre dietro a Petrucci..."

Nuova tappa del battibecco tra il maiorchino e l'ad Ducati, che si dice soddisfatto del lavoro del ternano

  • A
  • A
  • A

Nuovo capitolo del duello verbale tra Claudio Domenicali e Jorge Lorenzo. L'amministatore delegato della Ducati ha parlato del momento che sta attraversando Petrucci, ma non ha risparmiato una frecciata al maiorchino: "Danilo sta facendo un ottimo lavoro, con calma e serenità - ha detto durante le Libere 3 del GP di Spagna, a Jerez - Dobbiamo dargli il tempo necessario di mettersi in mostra come sa fare. Ha ereditato la moto di un pilota che non si sa se è un gran pilota o un campione e in questo momento è sempre dietro di lui...".

Il battibecco tra Domenicali e Lorenzo prosegue ormai da parecchio tempo: in occasione del GP d'Italia del 2018 (poco prima che la separazione tra Jorge e la Ducati fosse ufficializzata), l'ad di Borgo Panigale aveva dichiarato che Lorenzo è un gran pilota, ma che non era stato in grado di tirare fuori il meglio dalla moto. Il maiorchino aveva risposto piccato, affermando: "Io non sono un gran pilota, sono un campione". Frase che si è poi fatto scrivere anche sul casco, con l'inizio della nuova stagione.

Domenicali ha parlato anche dell'ottimo momento che stanno vivendo le Rosse, tra MotoGP e Superbike: "È la prima volta che dopo tre gare siamo in testa a entrambi i campionati, è un bel motivo di orgoglio per tutta l'Italia, anche perché i tecnici vengono fuori dalle nostre università e abbiamo piloti italiani, è una bella storia per il nostro paese. Audi? La proprietà Ducati è tedesca, lo sappiamo, ma loro sono molto bravi a mantenere le caratteristiche della macchina. Lo hanno fatto ad esempio anche con Bentley. Noi in tutta l'azienda abbiamo solo un tedesco, il direttore finanziario che ci tiene d'occhio i conti, il 99% dell'azienda è fatta da italiani".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments