Messi e l'indipendenza catalana, se passa è libero di andarsene: via dal Barcellona senza clausola

Il Mundo rivela un particolare del contratto firmato a novembre che scuote il mondo blaugrana

  • A
  • A
  • A

Alle Grandi d'Europa conviene che la Catalogna sia presto indipendente. Perché? Presto detto: secondo quanto riportato infatti da El Mundo, nel contratto firmato da Messi con il Barcellona lo scorso novembre c'è una clausola, che l'argentino ha preteso a tutti i costi, secondo cui in caso di indipendenza, e conseguente estromissione del club dalla Liga Spagnola, lui sarebbe libero di andarsene invalidando la clausola di rescissione in essere di 700 milioni.

Una legittima difesa dei propri interessi, non tanto una presa di posizione politica. Sostanzialmente a Messi non interessa tanto che la Catologna sia indipendente o meno dal potere centralista spagnolo quanto che il Barcellona continui a giocare in un campionato competitivo. Se la secessione non dovesse garantire tutto questo - scrive El Mundo - e permettere all'argentino di giocare nel Liga Spagnola oppure nei campionati di Inghilterra, Spagna e Francia (non viene menzionata l'Italia), il contratto firmato a novembre sarebbe invalidato immediatamente e Messi potrebbe accasarsi altrove liberamente, facendo decadere anche la clausola rescissoria fissata a 700 milioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments