Mercato

È stato un mercoledì di fuoco sul mercato per l'Inter. Nessun affare ufficiale, ma tante mosse, in entrata e in uscita. Mentre si sono definite le partenze, in prestito, di Gabigol e Joao Mario, ecco che in tarda serata è arrivata la bomba: Javier Pastore è un po' più vicino all'Inter. L'argentino, in gol col Psg in Coppa di Francia, dopo gli insistiti contatti tra la dirigenza nerazzurra e il suo agente Simonian, ha dato il suo benestare al trasferimento a Milano. Un tassello importante, perché il giocatore è in scadenza di contratto a giugno 2019: la sua volontà su una destinazione già a gennaio conta, eccome. Il grande passo che Pastore sembra disposto a compiere è legato alla decurtazione del proprio ingaggio: al Psg l'argentino, 29 anni a giugno, guadagna 10 milioni netti a stagione. Una cifra ovviamente troppo alta per l'Inter. Da quanto filtra, però, Pastore accetterebbe un taglio di oltre il 30% dell'ingaggio, spalmando il resto in un nuovo contratto lungo almeno fino al 2021.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A