Mercato

Il divorzio "è stata una decisione giusta sia per il Bayern Monaco che per me". Ospite di Premium Sport, Carlo Ancelotti è tornato sui motivi che hanno portato al suo esonero da allenatore dei bavaresi. "Cosa è successo? Credo che la partita di Parigi fosse molto difficile per la forza degli avversari che hanno un attacco straordinario. E quella è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. E il vaso era un differente veduta di metodologie di lavoro. Io sono abituato a lavorare in una certa maniera accumulata con l'esperienza di questi anni. Quando una squadra gioca 60 partite all'anno, credo che bisogna ridurre il tempo d'allenamento e aumentare la qualità. Questo alla fine è andato un po' in contrasto con il club". "Quando non c'e' sintonia comunque - ha aggiunto - è giusto chiudere, per il bene della società e dell'allenatore".

Tempo reale
  • A
  • A
  • A