INTER

Inter, un rinnovo da sette milioni: Skriniar secondo solo a Lukaku

Il club nerazzurro pronto a blindare lo slovacco, che intanto non si sbilancia: "Quando ci saranno novità lo saprete da me"

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Dopo il no al Psg arriva il momento di discutere e chiudere il cerchio: se l'Inter ha rifiutato l'offerta di Al-Khelaifi nella scorsa sessione di mercato non è certo per perdere poi Skriniar a titolo gratuito nella prossima. Il rinnovo lo vuole chiaramente in primis la società, ma si tratta di una volontà pienamente contraccambiata dallo slovacco: le parti stanno discutendo ormai da tempo - ancor prima delle trattative estive era stato raggiunto un principio di accordo per prolungare il contratto in scadenza a giugno 2023 - e il club nerazzurro è pronto a fare del suo centrale il giocatore più pagato della rosa dopo Lukaku (che ricordiamo è però in prestito): sette i milioni di ingaggio annuo per un accordo quinquennale. Un rinnovo importante, su cui però il diretto interessato ha preferito non sbilanciarsi. "Quando ci saranno novità, lo saprete da me".

Le basi per una stretta di mano ci sono tutte, l'amministratore delegato Beppe Marotta ha dichiarato a più riprese di pensare in termini positivi. Che poi sia l'attuale proprietà o un'altra a ratificare l'accordo è questione che attiene alle questioni di mercato societario - il management rimarrà comunque saldo al suo posto - e alla possibile cessione del club da parte degli Zhang. Ma Skriniar è considerato un patrimonio sportivo da tutelare immediatamente, dopo un'estate agitata che ha inevitabilmente lasciato strascichi anche sullo stato di forma del giocatore.

SKRINIAR: "QUANDO CI SARANNO NOVITA', LO SAPRETE"
E mentre trapelano indiscrezione sulle cifre in ballo sul suo rinnovo, da Plzen Milan Skriniar preferisce non sbilanciarsi sulla questione. "Io non ho mai parlato e preferisco continuare a non farlo - ha spiegato nella conferenza stampa in vista della gara di Champions -. Siamo arrivati qui per giocarci questa partita e non voglio parlare del mio futuro e del mio contratto, non credo sia il momento e il posto giusto". "Quando ci saranno novità lo saprete da me e da nessun altro", ha aggiunto. 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti