INTER

Inter, si muovono gli arabi per Brozovic e per Barella il nuovo "gemello" sarà Frattesi

Inizia una settimana calda per definire l'assetto del futuro centrocampo nerazzurro. L'Al Nassr offre 15 mln per il croato

  • A
  • A
  • A
Inter, si muovono gli arabi per Brozovic e per Barella il nuovo "gemello" sarà Frattesi - foto 1
© Getty Images

Un'altra prestazione impeccabile, miglior giocatore in campo in Spagna-Croazia, purtroppo per Brozovic però risultato sfavorevole, sconfitta ai rigori. Ma il centrocampista dell'Inter ha dimostrato ancora una volta tutte le sue qualità: a 30 anni (31 il 16 novembre) è nel pieno della maturità calcistica, l'infortunio che lo ha tenuto ai box per buona parte della scorsa stagione è solo un brutto ricordo, gli occhi dei grandi club sono posati su di lui. L'Inter, con cui il croato ha rinnovato fino al 2026, ha ricevuto un'offerta di 15 milioni di euro dall'Al-Nassr di Ronaldo. I sauditi sono pronti a offrirgli un ingaggio pesantissimo, di certo non concorrenziale.

Insomma, gli stessi arabi che hanno fatto tramontare l'ipotesi Koulibaly (per il difensore del Chelsea che l'Inter voleva inserire nella discussione per Lukaku c'è una super-offerta dell'Al-Hilal) ora potrebbero indirettamente accelerare la chiusura di un'altra trattativa che l'Inter ha in piedi da tempo, quella con il Sassuolo per Frattesi. L'eventuale addio di Brozovic, l'unico big che i nerazzurri sono disposti a sacrificare, garantirebbe il denaro sufficiente per acquistare il nazionale azzurro. Nei piani del management nerazzurro le prossime mezzali interiste devono essere infatti Barella e Frattesi. Per il resto, la settimana è appena agli esordi e l'agenda ha i tempi scanditi dalle note, arcinote, questioni che si dibattona da settimane: la situazione Lukaku da definire, il futuro di Gosens e Dumfries che non è detto restino, i contatti con il Monza per Carlos Augusto da rinfrescare, il riscatto di Bellanova in discussione, l'uscita programmata ma alquanto complessa di Correa. Non ultimi i rinnovi da ratificare e ufficializzare, quelli di De Vrij, Calhanoglu e Bastoni. Tante incombenze, tante necessità: non tutto da definire entro fine mese visto che non ci sono più scadenze fiscali e necessità pressanti di bilancio come un anno fa, ma la volontà è quella di arrivare al giorno del ritiro con un'ossatura quasi definitiva.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti