• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

Tanti auguri a Zoff: compie 75 anni

Giorno speciale per Dino Zoff, uno dei portieri più forti della storia del calcio Mondiale, che compie 75 anni. Fa il suo esordio in Serie A con l'Udinese, prima di trasferirsi al Mantova e successivamente al Napoli. La sua consacrazione arriva alla Juve: in undici stagioni, dal 1972 al 1983, colleziona 479 presenze, conquistando 6 scudetti, 2 Coppe Italia, 1 Coppa delle Coppe e 1 Coppa Uefa e disputando anche due finali di Coppa Campioni. In azzurro Zoff - dove colleziona 112 presenze - è l'unico italiano ad aver conquistato sia il titolo di campione europeo nel 1968, e sia, da capitano, quello di campione del mondo nel trionfo di Spagna '82. Terminata la carriera da calciatore, nel 1988 assume la guida tecnica della Nazionale olimpica per i Giochi Olimpici di Seul, prima di intraprendere poi due esperienze importanti sulle panchine di Juve e Lazio. Nel 1998 poi, viene chiamato a sostituire Cesare Maldini come ct dell'Italia in vista di Euro 2000: una manifestazione quella in Belgio e in Olanda che vede gli Azzurri laurearsi vice-campioni d'Europa.

>
Parma, colpo a Udine

Parma, colpo a Udine

I ducali passano 2-1 al Friuli grazie a un super-Gervinho

Inter-Sassuolo 0-0, le foto della partita

Il Sassuolo frena l'Inter

A San Siro finisce pari a reti inviolate

Psg, brutto infortunio per Verratti: caviglia ko

Verratti, caviglia ko

Il centrocampista subito all'ospedale

Foto Inter.it

San Siro contro il razzismo

Speciale coreografia contro il Sassuolo

Serie A, Roma-Toro 3-2: le foto

Roma, tris per la Champions

Ci pensa ElSha: Toro battuto 3-2 all'Olimpico

Sci, discesa Wengen: che botto per Buzzi

Che botto per Buzzi

L'italiano dopo il traguardo sbatte contro le barriere

Williams-Yastremska (Afp)

Serena consola la Yastremska

Bel gesto dell'ex numero 1 al mondo

La Champions si fa arancione: ecco il pallone della finale

La Champions si fa arancione

Svelato il pallone della finale di Madrid

Fognini, è maledizione Carreño-Busta

Fognini, è maledizione Carreño-Busta

Il ligure saluta gli Australian Open