MERCEDES CONCENTRATA SUL 2020

Wolff e la Mercedes, il focus è sul 2020

Il team principal Mercedes riflette sulle prime mosse della concorrenza ma tutta l'attenzione è sulla stagione che dovrebbe scattare tra un mese e mezzo nella "sua " Austria

di
  • A
  • A
  • A

Le prime mosse del mercato piloti 2021 da parte di Ferrari e McLaren non hanno impressionato più di tanto Toto Wolff. Nei giorni scorsi il team principal della Mercedes "pigliatutto" degli ultimi sei anni si è lasciato scappare in un paio di occasioni parole di apprezzamento per Sebastian Vettel ma le scelte per il futuro non sono una priorità. Se lo può permettere. L'obiettivo è sbaragliare di nuovo la concorrenza nel Mondiale che dovrebbe scattare ai primi di luglio con il doppio appuntamento di Spielberg,

"Un pilota tedesco al volante di una monoposta tedesca sarebbe una buona opportunità di mercato". Parole di circostanza oppure una velata manifestazione di interesse? Toto Wolff ha commentato anche così il mancato rinnovo del contratto che - fino al termine di questa stagione -  unisce Sebastian Vettel e la Ferrari e, di conseguenza, la presenza sul mercato 2021 del quattro volte iridato. Sempre che Seb non metta in atto l'opzione-ritiro. Quelle del team principal austriaco sembrano però più che altro parole di circostanza, almeno per il momento. D'altra parte non si tratterebbe di una prima assoluta, L'abbinamento uomo-macchina "made in Germany" ha un precedente importante, visto che Micael Schumacher ha ripreso e definitivamente chiuso la sua carriera nel Mondiale proprio al volante della Mercedes, tra il 2010 ed il 2012. Senza però andare oltre il singolo podio (un terzo posto) a Valencia nella terza ed ultima stagione. Altri tempi, certo, un'altra Mercedes ... e soprattutto un'altra Red Bull, all'epoca dominante e proprio con Vettel.

Meno intriganti, ma più concrete le parole che, nonostante Lewis Hamilton e Valtteri Bottas siano entrambi in scadenza di contratto alla fine del 2020, Wolff ha utilizzato per spiegare come le scelte di mercato non siano al momento una priorità della Casa tedesca: "Non vogliamo metterci nella posizione che hanno scelto altre squadre (il riferimento è chiaramente a McLaren e soprattutto Ferrari, ndr). Difficile gestire la presenza nel box di un pilota che l'anno seguente correrà in un team rivale, soprattutto in una fase di cambiamenti nel regolamento tecnico".

 

Insomma, Vettel può attendere. Nel quadro d'assieme è oltretutto destinato ad entrare George Russell. In gioco entrerebbero pure questioni di ingaggio (parecchio pesanti, di questi tempi), decisamente a favore del secondo, cresciuto nel vivaio Mercedes ed attualmente "parcheggiato" alla Williams. Recentemente il giovane pilota di King's Lynn si è... prodotto in alcune dichiarazioni di ammirazione per Lewis Hamilton e di apprezzamento per i consigli ricevuti dal cinque volte iridato, chiudendo però con un "spero un giorno di farlo pentire di avermeli passati" che sa tanto di speranza di poter presto ottenere la promozione al volante della monoposto attualmente affidata a Bottas.

Nel frattempo Toto Wolff tiene George sul "chi vive" ed in fondo fa lo stesso con Vettel. Un lusso che pochi possono permettersi. Questo, e quello di potersi concentrare solo ed unicamente sulle energie-extra richieste da una stagione complicatissima già ora, prima ancora del primo semaforo ...

 

  

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments