I piloti stanno dalla parte di Vettel: "Penalità ridicola, così si rovina la F1"

Da Button a Webber, da Mansell a Hill: tutti d'accordo contro la penalità al ferrarista

  • A
  • A
  • A

"Penalità ridicola", questo il giudizio unanime dei grandi ex della Formula 1 sulla penalità di 5" inflitta dai commissari di gara a Vettel durante il GP del Canada per aver "ostacolato" Lewis Hamilton. Secondi che sono costati al pilota della Ferrari, imbufalito, la vittoria. Indignazione da parte di tutti e i piloti hanno detto la loro: "Così si rovina la Formula 1".

Senza parole anche Mark Webber: "Qualcuno dei commissari ha mai corso in F1? Non ho visto la gara, ma ho guardato adesso "l'incidente". Pena mentale".

Contro pure Jenson Button che era presente a Montreal: "Per me è un stato un incidente di gara. Vettel non andava punito".

Nigel Mansell si è chiesto: "Cosa doveva fare Seb? Pazzia. Dopo aver messo la macchina sull'erba era solo passeggero". Damon Hill gli ha risposto: "Gli steward della Fia hanno visioni contrastanti. Vettel è un campione del mondo".

Duro Mario Andretti: "Quello che è successo non è accettabile per il nostro sport. Gli steward devono sanzionare le mosse veramente pericolose, non gli errori onesti".

"È pazzesco che non si possa gareggiare", il commento di Johnny Herbert.

Su twitter si sono scambiati le loro opinioni anche Alex Wurz e Pedro de la Rosa: "Vettel ha guardato nello spechietto solo dopo aver corretto con lo sterzo. Stiamo parlando di fisica, non poteva altriementi. Non c'era la penalità".

Dall'endurance e dal Gt il parere dell'italiano Marco Bonanomi: "Congratulazioni alla Fia per uccidere questo sport e le vere battaglie in pista".

Parole forti anche dal mondo delle due ruote con Casey Stoner: "Questa è la peggior decisione mai presa dalla F1. In questi momenti manca Charlie Whiting".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments