GP Monza: Leclerc vuole il bis, Vettel è carico 

Dopo la prima vittoria nel Mondiale 2019, i piloti cercano un successo che alla Rossa manca da tempo

  • A
  • A
  • A

Quella di Charles Leclerc a Spa è stata la prima vittoria della Ferrari nel Mondiale 2019, In occasione del GP di Monza, i piloti della Rossa cercano un nuovo successo, Sebastian Vettel, che con la scuderia di Maranello non ha mai trovato la vittoria andandoci però vicino varie volte, è carico. Leclerc cerca il bis proprio davanti ai tifosi di casa Ferrari in quella che definisce "una gara speciale".

La gara di Monza è alle porte e la scuderia Ferrari è più che mai decisa a trovare una vittoria che manca da tempo. È dal 2010 infatti, da quando Fernando Alonso guidava la F10, che la Rossa non trionfa sul circuito monzese. I piloti sono carichi. Sebastian Vettel non è mai riuscito a vincere con la scuderia di Maranello, ma ci è andato vicino diverse volte: "Allora guidavo un motore Ferrari, ma non ero alla rossa - ha affermato -. Negli scorsi anni ci siamo stati molto vicini, ma è sempre mancato l’ultimo step". Quello che serve ora è trovare il giusto assetto per il circuito: "Se ci si riesce allora tutto diventa più facile e, una volta preso il ritmo, è anche molto divertente". Il pilota si è poi soffermato sul rapporto con il compagno di squadra Leclerc. "È importante che lavoriamo insieme, anche per la squadra, per lo sviluppo della macchina. Charles è molto forte, a Spa è stato più forte di me, questo non mi piace...", ha sorriso. "Abbiamo guide diverse, c'è sempre qualcosa da imparare". E poi davanti alla folla in delirio in piazza Duomo per la festa dei 90 anni della Rossa, cantando anche l'Italiano, si è sbilanciato: "Resto qui", comunicando l'intenzione di proseguire il matrimonio che dura dal 2015 e di rinnovare il contratto in scadenza nel 2020.

Vuole vincere anche Charles Leclerc, che dopo il successo a Spa, spera di fare il bis proprio davanti ai tifosi della Ferrari: "A Monza festeggeremo 90 anni dalla fondazione della Scuderia Ferrari, così come la novantesima edizione di una delle gare più iconiche del campionato, il Gp d'Italia - ha commentato il pilota monegasco -. Fin da quando ero un bambino ho sognato di poter essere un giorno pilota del team di Maranello, uno dei più rappresentativi della Formula 1, e va da sé che questa prima volta a Monza con la scuderia Ferrari per me sarà molto speciale. Daremo il massimo per cercare di portare a casa un grande risultato e rendere ancora una volta i tifosi orgogliosi di noi".  E tra cinque anni il pilota della Rossa si vede ancora in Ferrari e campione del mondo: "Devi puntare al massimo per crescere". 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments