Formula 1, Vettel: “Podio di Hockenheim grandioso, ma non siamo al livello che vorremmo”

  • A
  • A
  • A

Prudenza è la parola d'ordine in casa Ferrari. Sebastian Vettel, reduce da un secondo posto dopo la grande rimonta sul circuito casalingo di Hockenheim, non si lascia andare agli entusiasmi: “Sono realista, per noi è il podio di Hockenheim è stato grandioso, ma non siamo al livello che vorremmo”. Il pilota tedesco parla poi del Gran Premio d'Ungheria alle porte: “Non siamo favoriti per le caratteristiche della pista, ma non si sa mai”.

Un secondo posto non fa primavera. Anche partendo dall'ultima posizione. Sebastian Vettel lo sa bene: per uscire dalle sabbie mobili, la Ferrari deve voltare pagina e non pensare al Gran Premio di Germania, iniziato sotto i peggiori auspici e concluso dietro al solo Max Verstappen. “Sono realista, andare a podio a Hockenheim è stato grandioso perché non avevamo nulla da perdere, ma certamente non siamo ancora al livello che vorremmo. Se parti dal fondo della griglia e arrivi sul podio è molto buono, ma nel complesso non possiamo essere contenti del nostro week-end, perché abbiamo avuto grossi problemi sabato e solo una macchina ha tagliato il traguardo domenica”.

Voltare pagina, quindi. Il futuro prossimo si chiama Budapest: “Arrivo qui con la mente piuttosto aperta. Sulla carta, forse non siamo favoriti per le caratteristiche della pista, ma non si sa mai. Avevamo gli stessi pensieri in altri circuiti e alla fine siamo andati bene. Dobbiamo fare bene le nostre cose, abbiamo dei pezzi nuovi che speriamo possano darci prestazioni migliori e una buona direzione per le restanti gare del campionato”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments