LA NOVITÁ

Nasce la ECTA, l'alleanza per ridurre le emissioni di CO2 dei camion

Verso le zero emissioni entro il 2050

  • A
  • A
  • A

Diciotto, tra associazioni, aziende e Ong, si sono unite per chiedere la decarbonizzazione del trasporto merci su strada e il passaggio a camion a emissioni zero. Tra le aziende figurano colossi come Ikea, Deutsche Post DHL Group, Anheuser-Busch InBev, Unilever, Nestlé, Michelin e Girteka Logistics. Tutte insieme hanno dato vita alla ECTA (European Clean Trucking Alliance), i cui membri complessivamente danno lavoro a oltre 1,6 milioni di persone e hanno un fatturato annuo combinato di 325 miliardi di euro. Sulle strade europee circolano in media 6,6 milioni di camion e trasportano più di ¾ di tutte le merci trasportate in Europa. Pur rappresentando solo il 2% dei veicoli su strada nell’Unione europea, sono responsabili per il 22% delle emissioni di CO2 del trasporto su strada ed è previsto che l’attività del trasporto merci su strada raddoppi entro il 2050. Nel 2019 per la prima volta l’UE ha fissato obiettivi per la riduzione di CO2 del trasporto su strada per il 2025 e 2030. L’obiettivo è sempre lo stesso: raggiungere quota zero emissioni entro il 2050. “Una ripresa verde è positiva per la nostra salute, la nostra economia e il nostro lavoro. Sono lieto di vedere ancora una volta un gruppo impressionante di imprese, Ong e cittadini di tutta Europa che si uniscono a sostegno di questo obiettivo”, commenta Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione Europea per il Green Deal. “La European Clean Trucking Alliance – aggiunge – offre alle capitali europee un progetto concreto da includere nei loro piani di ripresa economica: la decarbonizzazione delle flotte di camion. Con il Green Deal europeo come bussola, l’Alleanza può accelerare il passaggio al trasporto merci a emissioni zero per un futuro più sano e un’economia più forte”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments