TEST A NAPOLI

Napoli, ecco le nuove colonnine Ultra Fast Charger

Ricaricare le auto in meno di 15 minuti minimizzando l'impatto sulla rete elettrica

  • A
  • A
  • A

Da Montebello Vicentino all’Università degli Studi Federico II di Napoli, nel segno della mobilità a zero emissioni. E' stato spedito all'ateneo il primo Ultra Fast Charger per la ricarica veloce dei veicoli elettrici, che permette di ricaricare le auto in meno di 15 minuti minimizzando l’impatto sulla rete elettrica.

Ora a Napoli i ricercatori avranno la possibilità di studiarlo, sfruttandone anche le batterie in dotazione per accumulo di energia da sistema fotovoltaico, sperimentandone i benefici nell’ottica di una maggiore diffusione della mobilità elettrica, centrale nella promozione di un modello di sviluppo più sostenibile.

L'Ultra Fast Charger sviluppato da Nidec ASI è un sistema che collega la rete elettrica nazionale con le colonnine di ricarica, semplificando e velocizzando il processo di elettrificazione delle infrastrutture per l’alimentazione delle auto elettriche e riducendone i costi operativi. Permette di ricaricare le auto, autobus e veicoli commerciali senza attingere direttamente dalla rete, evitando quindi picchi di potenza e conseguenti blackout.

Funge da “cuscinetto” tra la rete elettrica e la colonnina di ricarica, integrando 160 kWh (modulari ed espandibili) di batterie installate con controlli di potenza evoluti. A fronte di un fabbisogno energetico di soli 50 kW, consente di fornire al veicolo una potenza di 320 kW, portandolo all’80% della capacità in meno di 15 minuti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments