Così Audi combatte contro la CO2

Il progetto che trasforma in roccia nel sottosuolo l'anidride carbonica

  • A
  • A
  • A

Si chiama Climeworks, è una start-up svizzera con cui sta collaborando Audi e il suo progetto prevede di catturare l'aria dall'ambiente, filtrare la CO2 che si trova al suo interno e trasportarla nel sottosuolo per trasformarla in roccia. "E' una tecnologia innovativa e ci aiuta a raggiungere gli obiettivi climatici del Gruppo. Stiamo contribuendo alla decarbonizzazione, seguendo il nostro approccio olistico” dichiara Hagen Seifert, Responsabile della Sostenibilità Audi.

Come si legge sul sito modo.it il progetto è stato attivato in Islanda, dove Climeworks ha costruito un impianto in grado di filtrare ogni anno 4.000 tonnellate di anidride carbonica presenti nell'atmosfera, mineralizzandole sottoterra. Di queste, 1.000 tonnellate contribuiranno a migliorare il bilancio di sostenibilità di Audi.

Ma come funziona? L'aria aspirata passa attraverso un filtro che cattura la CO2. Quando è saturo, viene riscaldato a 100° C provocando il rilascio delle molecole di anidride carbonica.che vengono portate sotto la superficie terrestre, a 2000 metri di profondità, dove i processi naturali la mineralizzano, senza lasciare tracce.

Le molecole trasportate nel sottosuolo dall'acqua vengono convertite in carbonati, con un processo che dura diversi anni, e permette di immagazzinare in modo permanente la CO2 nel sottosuolo.

 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments