SERIE A

Volata per la Champions League: sei squadre in sei punti a sei giornate dal termine

Lazio, Juventus, Inter, Milan, Roma e Atalanta si giocano tre posti: con tanti scontri diretti e l'incognita sul destino dei bianconeri fuori dal campo, tutto è ancora possibile

  • A
  • A
  • A

Sei squadre in sei punti a sei giornate dalla fine. Dalla Lazio a quota 61, all'Atalanta risalita a 55, la volata per la Champions League si appresta a regalare emozioni sino all'ultimo minuto di questo strano campionato diviso a metà. Proprio la sconfitta dei biancocelesti a San Siro e il successo dei bergamaschi sul campo del Torino ha compattato ancora di più un gruppo di cui fanno parte anche Juventus, Inter, Milan e Roma. E con ancora diversi scontri diretti da disputare, inframezzati dagli impegni di coppa, sarà un finale di stagione per cuori forti. Senza contare che la classifica potrebbe essere riscritta, a Serie A conclusa, dalle possibili penalizzazioni ai bianconeri da parte della Figc. Ma vediamo come stanno le sei contendenti alle spalle dell'ormai campione Napoli, andando in ordine di graduatoria.

LAZIO, PUNTI 61
Sulla carta, la squadra di Sarri sembrerebbe quella messa meglio. Non ha partite di coppa che la attendono e il calendario le sorride, con la sfida al Milan in casa e Sassuolo, Lecce, Udinese, Cremonese ed Empoli come restanti avversarie. E' anche vero che arriva da due sconfitte consecutive e questo per il morale non va bene. Ha quattro punti di vantaggio sul quinto posto, abbastanza per dormire sonni sereni. E poi dovrebbe riuscire a riavere un Immobile in condizioni migliori dopo l'incidente stradale.

JUVENTUS, PUNTI 60
Il destino dei bianconeri è legato a doppio nodo con quello che succederà fuori dal campo. Al momento, però, la squadra di Allegri è in piena lotta per un posto tra le prime quattro, anche se arriva da un periodo terribile. Un solo punto nelle ultime quattro giornate le hanno impedito di staccare il gruppo e adesso il rischio è quello di essere risucchiata da chi sta dietro. Il Milan allo Stadium alla penultima giornata potrebbe risultare il match chiave, anche se prima dovrà andare a Bergamo contro un'Atalanta in pieno rilancio. Per il resto, Lecce, Cremonese, Empoli e Udinese dovrebbero garantire un bel gruzzolo di punti. Ma c'è di mezzo lo sforzo in Europa League e le eventuali ripercussioni per le sentenze in arrivo.

INTER, PUNTI 57
Superato l'ostacolo Lazio, i nerazzurri hanno di fronte un calendario ancora complicato. Le trasferte in casa di Roma e Napoli e l'Atalanta a San Siro rendono il percorso più che accidentato, ma la squadra di Inzaghi sembra sapersi esaltare nelle difficoltà. Fanno quasi più paura Verona, Sassuolo e Torino anche perché in mezzo c'è il doppio derby di Champions e la finale di Coppa Italia. Insomma, un calendario intasato da affrontare senza respiro e, possibilmente, senza infortunati e squalificati.

MILAN, PUNTI 57
Lazio e Juventus sono gli snodi cruciali del finale di stagione rossonero, Champions League a parte. La squadra di Pioli sta vivendo di alti e bassi, ma ha dalla sua il fattore Meazza (giocherà in casa quattro delle rimanenti sei gare di campionato) e il fatto che, biancocelesti e bianconeri a parte, affronterà le ultime quattro dell'attuale classifica: Cremonese, Spezia, Sampdoria e Verona in ordine di tempo. Molto dipenderà dalla condizione dei suoi big, Leao in testa, e dal rendimento del reparto offensivo.

ROMA, PUNTI 57
Mourinho è alle prese con l'emergenza infortuni, che è un problema non da poco se si considera che dovrà anche giocare almeno due partite di Europa League. Dopo essere riusciti a non farsi superare dal Milan nello scontro diretto, i giallorossi si giocheranno una bella fetta di qualificazione all'Olimpico contro l'Inter, ma sulla loro strada hanno tre trasferte insidiose come, Monza, Bologna e Firenze. Molto, comunque, dipenderà dal riuscire a ritrovare o meno il miglior Dybala.

ATALANTA, PUNTI 55
Poco alla volta la banda di Gasperini ha assottigliato il divario con chi la precede e il morale è alle stelle. A Bergamo sognano un'altra grande impresa, che passerà dallo snodo rappresentato innanzitutto dalla Juventus. Probabilmente, tutto si deciderà alla penultima giornata, quando la Dea sarà a San Siro contro l'Inter, perché Spezia, Salernitana, Verona e Monza non rendono il percorso europeo proibitivo. E se dopo Zapata, anche Muriel ritroverà il gol, allora l'Atalanta potrebbe davvero essere la variante impazzita che scombussolerà i piani di tante big.

CALENDARIO E CLASSIFICHE Vedi anche Napoli al lavoro per la festa di giovedì: maxischermi al Maradona napoli Napoli al lavoro per la festa di giovedì: maxischermi al Maradona

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti