UDINESE-ATALANTA 1-1

Serie A: Udinese-Atalanta 1-1, occasione persa per i bergamaschi

Pereyra firma il vantaggio dei friulani dopo 30", pareggia Muriel al 44'. Poi monologo della squadra di Gasperini ma il risultato non cambia più

  • A
  • A
  • A

Finisce 1-1 alla Dacia Arena la sfida tra Udinese e Atalanta, recupero della 10.a giornata. Occasione persa per la squadra di Gasp di piazzarsi al terzo posto, un punto che sa di boccata di ossigeno per gli uomini di Gotti. Dopo 30" friulani in vantaggio con Pereyra, che salta Romero e infila Gollini. L'Atalanta spinge in avanti ma l'Udinese controlla senza problemi fino al 44', quando Muriel si libera di due avversari e firma il gol del pari.

LA PARTITA
Un solo cambio nell'Udinese, reduce da quattro sconfitte nelle ultime cinque partite, rispetto alla gara persa con la Sampdoria: c'è Arslan dall'inizio al posto di Walace. Pereyra agisce dietro Lasagna. Mini rivoluzione nell'Atalanta, che cambia cinque uomini: c'è Romero in difesa, in mezzo al campo esordio dal 1' del nuovo arrivato Maehle, con Freuler che parte dalla panchina (così come Gosens e Djimsiti, diffidati insieme a Toloi, e a rischio squalifica). Muriel riferimento in attacco, con Miranchuk vice Ilicic e Malinovskyi alle spalle del colombiano.

Inizio shock per l'Atalanta, che dopo 30" è già sotto. Bella iniziativa di Pereyra, che sfonda sulla destra, scappa a Romero e infila Gollini con un colpo d'esterno. Trovato il vantaggio la squadra di Gotti lascia l'iniziativa agli ospiti, chiudendosi bene dietro e affidandosi sostanzialmente ai lanci lunghi per Lasagna. Dal canto suo l'Atalanta mantiene il possesso palla in avanti ma non riesce a sfondare. Muriel è ben marcato e viene puntualmente fermato dai difensori bianconeri. Dopo una conclusione di Malinovskyi, deviata in angolo, i bergamaschi fanno vedere le cose migliori negli ultimi dieci minuti del primo tempo: Musso compie il miracolo sulla conclusione al volo di destro di Maehle, poi dice no con i piedi al tiro di Toloi. Poi ecco che alla prima vera disattenzione, l'Udinese subisce il gol del pareggio. A firmarlo è Muriel, che trova spazio tra i tre difensori bianconeri e batte il portiere dei friulani in uscita. Prima dell'1-1, grandi proteste dell'Udinese per un fallo di Gollini su Pereyra, che gli aveva sottratto il pallone dopo un'uscita su Lasagna. L'arbitro Calvarese sorvola.

Squadre più lunghe a inizio ripresa e una buona occasione per parte: su azione di ripartenza Miranchuk prova il sinistro e palla alta di poco. Replica Udinese con un insidioso colpo di testa di Bonifazi su punizione di De Paul. Gotti mette dentro Walace (costretto poi a uscire per infortunio) per Mandragora poi tre cambi tutti di un colpo per Gasperini, che vuole vincerla: fuori Muriel e dentro Zapata, Ilicic e Gosens prendono il posto rispettivamente di Miranchuk e Hateboer. Da questo momento costante iniziativa dell'Atalanta, che fa tutto bene fino alla trequarti poi spreca, come quando Malinovskyi cerca l'assist invece del tiro e la difesa dell'Udinese sventa il pericolo. Ci prova poi Romero di testa, palla fuori. A 3' dalla fine Zeegelaar la mette dentro ma l'arbitro ferma tutto per gioco pericoloso su Gollini. Finisce 1-1.

LE PAGELLE

Muriel 7 - Imbrigliato per 44', alla prima distrazione dei difensori dell'Udinese ne inventa una delle sue: ne dribla uno, ne salta un altro e mette in pallone alle spalle di Musso in uscita.

Pereyra 6,5 - Bella azione personale in occasione del gol che spezza le gambe all'Atalanta e che vale un punto d'oro.

Musso 6,5 - Grande intervento in angolo sul tiro di Maehle, attento sull'incursione di Toloi. Nulla può davanti a Muriel.

Maehle 6,5 - Buona prova per il nuovo acquisto alla sua prima da titolare. Tenta anche la via del gol ma Musso glielo nega. Personalità e sempre nel vivo del gioco, ancora meglio quando Gasperini nella ripresa lo sposta sulla sua fascia (destra).

Gollini 5,5 - Rischia di combinarla grossa perdendo un pallone velenoso. L'arbitro non vede fallo da rigore su Pereyra.

Lasagna 5 - Troppo solo là davanti, non riesce a incidere. E i lanci lunghi dalla retroguardia non pagano.

IL TABELLINO
Udinese-Atalanta 1-1

Udinese (3-5-1-1): Musso 6,5; Becao 5,5, Bonifazi 6, Samir 5,5; Stryger Larsen 5,5 (44' st Molina sv), De Paul 5,5, Arslan 6 (44' st De Maio sv), Mandragora 5,5 (11' st Walace sv, 27' st Deulofeu 6), Zeegelaar 6; Pereyra 6,5; Lasagna 5. A disposizione: Scuffet, Gasparini, Ouwejan, Makengo, Nuytinck, Micin, Nestorovski, Palumbo. All.: Gotti 6.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini 5,5; Toloi 6, Romero 6, Palomino 6; Hateboer 5,5 (13' st Gosens 6), De Roon 6, Pessina 6, Maehle 6,5; Miranchuk 5.5 (13' st Ilicic 6), Malinovskyi 6 (36' st Freuler sv); Muriel 7 (13' st Zapata 5,5). A disposizione: Sportiello, Rossi, Sutalo, Lammers, Caldara, Djimsiti, Depaoli, Ruggeri. All.: Gasperini 6.
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 1' Pereyra (U), 44' Muriel (A)
Ammoniti: Pereyra, Zeegelaar, Bonifazi (U), Romero (U)

LE STATISTICHE
Udinese e Atalanta hanno pareggiato un confronto in Serie A per la prima volta da maggio 2017 (anche in quel caso 1-1 in Friuli con le reti di Bryan Cristante e Stipe Perica).

L’Atalanta ha perso solo tre delle prime 18 gare di questo campionato (9V, 6N): i nerazzurri hanno fatto meglio solo una volta a questo punto della stagione in 59 precedenti partecipazioni alla competizione (nel 1988/89, due sconfitte).

L’Udinese non vince da otto partite di campionato (4N, 4P): solo Cagliari (11) e Parma (nove) aspettando il successo da più gare tra le formazioni attualmente presenti nella competizione.

L’Udinese ha perso cinque punti da situazione di vantaggio in questo campionato: tutti nelle ultime due gare (tre contro la Sampdoria e due oggi).

Solo l’Inter (14) ha guadagnato più punti da situazione di svantaggio dell’Atalanta (nove) in questa Serie A.

La rete di Roberto Pereyra (dopo 24 secondi) è la più rapida realizzata dall'Udinese in Serie A da novembre 2014 (Di Natale, contro il Genoa dopo 22 secondi).

Il gol di Pereyra, dopo 24 secondi, è il più rapido incassato dall'Atalanta in Serie A da quando Opta raccoglie questo tipo di dato (2004/05).

Pereyra ha trovato la sua prima rete casalinga in campionato da febbraio 2020 contro l'Everton in Premier League con la maglia del Watford.

Quella di Pereyra è la quarta rete realizzata nel primo minuto di gioco in questo campionato, dopo le reti di Lukaku contro il Benevento, Kurtic contro il Verona e Rafael Leão contro il Sassuolo: era stata una sola nell'intero torneo 2019/20 (D'Ambrosio contro l'Atalanta stessa).

Luis Muriel ha segnato sette reti contro l'Udinese in Serie A: contro nessuna squadra ha fatto meglio nella competizione (al pari della Roma).

Muriel ha segnato sei gol in tre presenze contro l'Udinese in Serie A con l'Atalanta: tra i giocatori che hanno incontrato un'avversaria con una singola maglia almeno tre volte dal 1994/95 ad oggi, nessuno vanta una miglior media gol (due a partita, al pari di Cornelius con il Parma v Genoa, Vialli con la Juve v Torino e Crespo con la Lazio v Udinese).

Solo Zlatan Ibrahimovic (sette su sette) ha disputate più gare dal primo minuto di Muriel (sei su sei) nei top-5 campionati europei in corso tra chi ha segnato in ciascuna di queste.

Josip Ilicic ha registrato la sua 100ª presenza in Serie A con la maglia dell’Atalanta.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments