SASSUOLO-INTER 1-2

Serie A, Sassuolo-Inter 1-2: Dzeko e Lautaro firmano la rimonta vincente

I nerazzurri, sotto per il rigore di Berardi, trovano la vittoria grazie al bosniaco e al Toro

  • A
  • A
  • A

L’Inter soffre ma ritrova la vittoria nella settima giornata di Serie A. I nerazzurri battono il Sassuolo 2-1, rimontando il rigore di Berardi nel primo tempo: decisivo uno straordinario Edin Dzeko, che segna un minuto dopo il suo ingresso in campo e si procura il penalty trasformato da Lautaro Martinez. Gli uomini di Inzaghi, determinante con i cambi, passeranno una notte in seconda posizione, a un solo punto dal Napoli primo.

LA PARTITA
Il biscione nerazzurro torna a mordere, pur con qualche difficoltà. L’Inter trova la vittoria esterna sul campo del Sassuolo con un 2-1 sofferto, figlio di un’ultima mezz’ora di grande intensità dopo un primo tempo con poche idee. Dopo i pareggi contro l’Atalanta in campionato e lo Shakhtar in Champions, una vera boccata d’ossigeno per gli uomini di Inzaghi, che proseguono la loro corsa nella zona alta del campionato e nascondono qualche problema nella costruzione del gioco con l’energia portata dai cambi dell’allenatore.
L’Inter controlla il gioco nei primi minuti, spingendo con gli esterni e cercando gli inserimenti delle mezzali. Barella, decisamente il migliore dei suoi, ci prova su sponda di Lautaro ma è impreciso. I nerazzurri faticano a servire le punte e lasciano ampi spazi per il contropiede. Su un disimpegno sbagliato di De Vrij, Berardi serve Defrel, il cui tiro viene deviato in angolo da Handanovic. Il Sassuolo si affida all’estro di Boga, che al 21’ entra in area e viene atterrato da Skriniar: rigore netto. Dal dischetto Berardi infila all’angolino e porta il Sassuolo in vantaggio. L’Inter accusa il colpo e abbassa il baricentro. I neroverdi si rendono pericolosi da fuori con Maxime Lopez e Berardi, su cui Handanovic è attento, mentre solo Barella impegna Consigli dall’altra parte. Allo scadere del primo tempo De Vrij sbaglia il retropassaggio e lancia Defrel a campo aperto: il francese supera Handanovic, uscito dall’area, e cade a terra, ma Pairetto non ritiene l’intervento falloso e il Var non interviene.

La ripresa si apre con la stessa inerzia. Rogerio martella sulla fascia sinistra e impegna Handanovic, dalla stessa parte Boga chiama lo sloveno a un altro intervento. Inzaghi non è soddisfatto dei suoi e al 12’ effettua ben quattro cambi. L’Inter cambia subito volto e pareggia un minuto dopo con il colpo di testa di Dzeko, perfetto nell’inserimento sul cross da sinistra di Perisic. Il Sassuolo perde la sua sicurezza e si abbassa, faticando a servire i trequartisti. La partita si innervosisce, pur rimanendo ad altissima intensità. Al 77’ Dzeko scatta su una verticalizzazione di Brozovic e viene messo giù da Consigli: è il secondo calcio di rigore della serata. Lautaro con freddezza spiazza il portiere avversario e completa la rimonta nerazzurra. Nel finale le squadre si allungano e piovono occasioni. Dzeko segna in fuorigioco, subito ravvisato e poi confermato dal Var, e calcia fuori da buona posizione, Berardi da fuori chiama ancora Handanovic all’intervento. Il 2-1 tiene fino al fischio finale e permette all’Inter di salire in seconda posizione a 17 punti, a una sola lunghezza dal Napoli e davanti al Milan: entrambe saranno impegnate domani, nelle trasferte di Firenze e Bergamo. Il Sassuolo resta fermo a 7 e non raccoglie punti nonostante un’ottima prestazione.

LE PAGELLE
Dzeko 7,5 -
Entra e in un minuto trova il gol del pareggio, poi si procura il rigore decisivo. Dà profondità, fa di appoggio ai compagni e manda in sofferenza gli avversari: in questo momento, i nerazzurri non possono fare a meno di lui.
Handanovic 7 – Criticato per settimane, tiene l’Inter in partita nei momenti di maggiore difficoltà con degli interventi decisivi su Berardi e Boga. Leader preziosissimo.
Dumfries 5 - Il suo contributo nella fase offensiva arriva solo da un calcio piazzato, in difesa va spesso in difficoltà contro Boga e Rogerio. Inzaghi lo toglie quasi per disperazione, l’Inter cambia faccia.
Berardi 7 – Il suo rigore perfetto, nonostante Handanovic avesse intuito, fotografa il momento di grande fiducia. Ci prova più volte da fuori, anche con il destro che non è il suo piede, ma lo sloveno gli nega la doppietta.
Boga 7 – Prestazione straripante del francese, che sulla fascia fa valere la sua qualità e la sua velocità. Si procura il rigore, si rende pericoloso, serve i compagni. Giocasse sempre così, sarebbe un top del campionato.
Consigli 5 – Attento su Barella nel primo tempo, ha la grandissima colpa di sbagliare i tempi dell’uscita su Dzeko nell’occasione che porta al rigore del 2-1. Un errore di valutazione pesante come un macigno.

IL TABELLINO 
SASSUOLO-INTER 1-2
Sassuolo (4-2-3-1):
Consigli 5; Muldur 5,5, Chiriches 6, Ferrari 5,5, Rogerio 6,5; Frattesi 6 (41’ st Scamacca sv), M. Lopez 6,5; Berardi 7, Djuricic 5,5 (30’ st Traoré 6), Boga 7; Defrel 6 (19’ st Raspadori 6). A disp.: Pegolo, Ayhan, Goldaniga, Kyriakopoulos, Peluso, Toljan, Harroui, Magnanelli, Matheus Henrique. All.: Dionisi 6
Inter (3-5-2): Handanovic 7; Skriniar 5, De Vrij 5, Bastoni 6 (12’ st Dimarco 6); Dumfries 5 (12’ st Darmian 6), Barella 6,5, Brozovic 6, Calhanoglu 5 (12’ st Vidal 6,5), Perisic 6,5; Lautaro Martinez 6,5 (43’ st D’Ambrosio sv), Correa 5 (dal 12’ st Dzeko 7,5). A disp.: Cordaz, Radu, Kolarov, Ranocchia, Gagliardini, Vecino, Sanchez. All.: Inzaghi 6,5
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 22’ rig. Berardi (S) rig., 13’ st Dzeko (I), 33’ st rig. Martinez (I)
Ammoniti: Muldur (S), Perisic (I), Barella (I), M. Lopez (S), Consigli (S), Raspadori (S).
 

LE STATISTICHE
•    L'Inter ha evitato la sconfitta per tre partite consecutive di Serie A in cui ha chiuso il primo tempo in svantaggio per la prima volta nella sua storia.
•    L'Inter ha segnato piú di un gol in tutte le ultime 12 partite di Serie A: superata la striscia piú lunga (11) fatta registrare nel 1943.
•    Edin Dzeko è il primo giocatore, nella sua stagione d’esordio con i nerazzurri, a segnare almeno sei gol nelle prime sette partite stagionali dell’Inter di Serie A a partire da Ronaldo nel 1997/98.
•    Quello di Edin Dzeko, dopo soltanto 33 secondi dal suo ingresso in campo, è il gol più veloce messo a segno da un subentrato in Serie A da quello realizzato da Alvaro Morata (33''), contro la Fiorentina, lo scorso aprile.
•    Edin Dzeko ha trovato il gol per quattro presenze consecutive di Serie A per la prima volta dall'ottobre 2017: in quell'occasione cinque con la maglia della Roma.
•    Lautaro Martinez ha trasformato sei dei sette rigori calciati in Serie A.
•    Lautaro Martinez ha preso parte a sette reti (sei reti, un assist) nelle ultime sette partite di campionato: tanti quanti nelle precedenti 17.
•    Quinto rigore segnato da Domenico Berardi contro l'Inter in Serie A: solo contro la Lazio (sei) ha segnato più volte dal dischetto nella competizione.
•    Da ottobre 2013 (primo suo gol su rigore), Domenico Berardi ha trasformato 30 rigori (agganciato Fabio Quagliarella), sui 38 complessivi: soltanto Ciro Immobile (39) ha fatto meglio nel parziale in Serie A.
•    Gara numero 200 in Serie A per Gregoire Defrel.
 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments