SASSUOLO-FIORENTINA 3-1

Serie A, Sassuolo-Fiorentina 3-1: Iachini ora deve guardarsi le spalle

Bonaventura sblocca il match con un gioiello, ma nella ripresa i due rigori di Berardi (subentrato) e il gol di Lopez condannano la Viola

di
  • A
  • A
  • A

Il Sassuolo batte 3-1 la Fiorentina nel terzo anticipo della 31esima giornata di Serie A, conquistando la seconda vittoria consecutiva. I neroverdi vanno sotto al 31' puniti da un gioiello di Bonaventura, ma ribaltano il match nella ripresa grazie ai due rigori di fila trasformati dal neo entrato Berardi (59' e 62') e al gol di Lopez (75'). La Viola rischia ora di vedere assottigliarsi pericolosamente il margine sulla zona retrocessione.

LA PARTITA

Ora a Firenze devono davvero guardarsi le spalle. Gli 8 punti che la Fiorentina conserva di margine sulla zona retrocessione restano un tesoretto importante, ma la vittoria manca ormai da 4 giornate e a preoccupare è soprattutto la tenuta mentale della squadra. Nel primo tempo la Viola soffre, ma si compatta a dovere, sfrutta al meglio ogni ripartenza, crea più occasioni del Sassuolo e chiude meritatamente in vantaggio. Poi, con l'ingresso dello scatenato Berardi, va in confusione e crolla: due rigori frutto di imbucate e di ingenuità del reparto difensivo e nessuna vera reazione al colpo subito. I ragazzi di De Zerbi, al contrario, non si fanno demoralizzare dai pochi spazi trovati nei primi 45', sfruttano al meglio i cambi e conquistano una vittoria meritata, anche per la tanta qualità e per le splendide giocate messe in campo. La classifica dei neroverdi non ha più molto da dire, ma il tecnico bresciano non può che essere soddisfatto.

La prima grande chance capita agli ospiti dopo una manciata di minuti, ma sull'incursione di Castrovilli è attento Consigli, che respinge la conclusione ravvicinata del 10 viola. Il Sassuolo prova a tenere il possesso palla e fare la partita, ma nelle ripartenze la Fiorentina punge e poco dopo il quarto d'ora Consigli è ancora protagonista, quando neutralizza le conclusioni prima di Biraghi, poi di Ribery. La prima occasione per i neroverdi capita sul destro di Traorè al termine di una bella azione manovrata, ma Dragowski risponde alle prodezze del collega con un gran riflesso sulla conclusione dell'ivoriano. Gli uomini di De Zerbi palleggiano bene e sono bravi a trovarsi nei pur ristrettissimi spazi che concede la retroguardia avversaria, ma si scoprono troppo facilmente e al 31' la pagano: Bonaventura avvia il contropiede e lo finalizza con uno splendido sinistro dal limite che si infila sotto la traversa portando avanti i suoi. I padroni di casa si riversano in attacco, arrivano a sfiorare il 65% di possesso, ma chiudono la frazione ringraziando il palo, che sull'ennesima ripartenza viola nega lo 0-2 a Castrovilli.

Un De Zerbi tutt'altro che soddisfatto rivoluziona l'undici di partenza inserendo Kyriakopoulos, Berardi e Defrel già a inizio ripresa. Tempo neanche un quarto d'ora e i cambi sortiscono il loro effetto: su una palla illuminante di Obiang, Berardi si trova a tu per tu con Dragowski, che nel tentativo di agguantare palla in uscita lo travolge. Inevitabile il penalty, trasformato magistralmente dall'attaccante calabrese, che festeggia i 100 gol in Serie A. La Fiorentina è in confusione, il Sassuolo preme sull'acceleratore e dopo appena tre minuti dal pari Aureliano fischia un secondo calcio di rigore (fallo di Pezzella su Raspadori). Berardi non cambia lato, ma sceglie il rasoterra e Dragowski è spiazzato per la seconda volta. La reazione della Fiorentina è poca cosa e alla mezzora i padroni di casa la chiudono: Lopez raccoglie al limite una respinta da calcio d'angolo e trafigge il portiere nell'angolino tra una selva di gambe. Nel finale c'è spazio più per qualche altra chance sprecata dai padroni di casa che per un moto d'orgoglio degli ospiti, quasi rassegnati fino al triplice fischio.

LE PAGELLE

Boga 6,5 - Le sue accelerazioni e i suoi dribbling sono una costante sia nel primo tempo, quando è tra i pochi che riesce a creare superiorità numerica contro una difesa quasi invalicabile, sia nella ripresa, quando qualche prateria in più si apre.
Ferrari 5,5 - Da una sua leggerezza nasce il contropiede chiuso in gol da Bonaventura. Un errore pesante, in un momento in cui la squadra stava attaccando a pieno regime, che alla fine per sua fortuna non costa caro.
Berardi 7,5 - Il miglior rientro in campo possibile. Si presenta a inizio ripresa con un'apertura d'esterno sinistro che lascia intendere le sue intenzioni. Poi, trasforma con classe e freddezza due rigori di fila, facendo 100 e 101 gol in Serie A.

Bonaventura 6,5 - Un gol capolavoro che purtroppo non basta ai suoi per invertire il trend negativo. Cala nella ripresa, quando anche il resto della squadra si spegne.
Castrovilli 6 - Nel primo tempo funziona bene l'asse di sinistra con Biraghi. Le sue giocate di qualità mettono in difficoltà la difesa del Sassuolo ogni volta che la squadra riparte e solo il palo gli nega la gioia del gol. Anche il suo entusiasmo si spegne nel secondo tempo.
Pezzella 5 - L'ingresso di Berardi manda in confusione tutto il reparto arretrato viola, lui ha in più sulle spalle il peso dell'ingenuità che genera il secondo rigore.

IL TABELLINO

Sassuolo-Fiorentina 3-1
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 6,5; Muldur 6 (41' st Marlon sv), Chiriches 6,5, Ferrari 5,5, Rogerio 5,5 (1' st Kyriakopoulos 6); Obiang 6,5, Lopez 7; Traorè 5,5 (1' st Defrel 6,5), Djuricic 6 (1' st Berardi 7,5), Boga 6,5; Raspadori 6 (31' st Locatelli 6).
Allenatore: De Zerbi 7
Fiorentina (3-5-2): Dragowski 5,5; Milenkovic 6, Pezzella 5, Caceres 6; Venuti 5 (33' Malcuit 6), Bonaventura 6,5 (26' st Callejon 5,5), Pulgar 5,5, Castrovilli 6 (26' st Eysseric 5,5), Biraghi 6,5 (38' st Kouame sv); Ribery 6, Vlahovic 5,5.
Allenatore: Iachini 5,5
Arbitro: Aureliano
Marcatori: 31' Bonaventura (F), 14' st rig. e 17' st rig. Berardi (S), 30' st Lopez (S)
Ammoniti: Traorè (S), Castrovilli (F), Milenkovic (F), Lopez (S), Biraghi (F), Obiang (S), Eysseric (F), Pulgar (F)
Espulsi:

LE STATISTICHE

- Sono passati 151 secondi tra il primo e il secondo gol su rigore di Domenico Berardi: dal 2004/05, da quando sono a disposizione questi dati, è la differenza di tempo minore tra due gol su rigore di un giocatore in Serie A.
- Domenico Berardi ha segnato il suo 100° gol con la maglia del Sassuolo considerando tutte le competizioni (101).
- Il Sassuolo non segnava tre gol nel secondo tempo in Serie A da ottobre contro il Torino.
- Per la seconda volta in Serie A Domenico Berardi ha realizzato due reti su calcio di rigore: la prima nel 2013 contro la Sampdoria.
- Giacomo Bonaventura ha segnato tre gol contro il Sassuolo in Serie A, due con la maglia del Milan, uno con la Fiorentina.
- Giacomo Bonaventura non segnava da nove partite in Serie A; ultima rete contro il Crotone a gennaio.
- Cinque degli ultimi sei gol di Giacomo Bonaventura in Serie A sono arrivati da fuori area.
- Due assist e un gol nelle ultime quattro presenze per Franck Ribéry, tante partecipazioni (tre) quante nelle precedenti 17 partite in Serie A.
- Sei assist in questo campionato per Franck Ribéry, l’ultimo francese a fare meglio in una stagione di Serie A è stato Paul Pogba nel 2015/16 (12).
- Quella di oggi è stata la 200ª presenza in Serie A per Cristiano Biraghi.
- Il Sassuolo ha concesso cinque tiri nello specchio in questa partita nel primo tempo: in una prima frazione di questo campionato non ne aveva mai subiti così tanti.
- La Fiorentina ha effettuato cinque tiri nello specchio in questa partita nel primo tempo: in una prima frazione di questo campionato non ne aveva mai fatti così tanti.
- La Fiorentina ha segnato otto gol nelle ultime sei partite nel primo tempo, tante reti quante nelle precedenti 21 prime frazioni di gioco in Serie A.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments