INTER-BOLOGNA 6-1

Serie A, Inter-Bologna 6-1: tutto facile per i nerazzurri contro Mihajlovic

A San Siro è festival del gol: a segno Lautaro, Skriniar, Barella, Vecino e Dzeko con una doppietta, prima della rete di Theate per gli emiliani. Inzaghi momentaneamente al comando

di
  • A
  • A
  • A

L'Inter batte 6-1 il Bologna nel match valido per la quarta giornata di Serie A e sale momentaneamente al primo posto in classifica. Tutto facile per i nerazzurri a San Siro, che a fine primo tempo sono già avanti 3-0 grazie alle reti di Lautaro (6'), Skriniar (30') e Barella (34'). A inizio ripresa arriva il poker targato Vecino (54'), prima della doppietta di Dzeko (63' e 68') che affonda i rossoblù. Di Theate (86') il gol della bandiera.
 

LA PARTITA

Un risultato roboante per rimettersi subito in carreggiata dopo il pari con la Samp e la sconfitta in Champions col Real Madrid. L'Inter torna a correre e lo fa con una prestazione di spessore, frullando un Bologna giunto a San Siro con un atteggiamento fin troppo aggressivo e spregiudicato, facile preda di una squadra micidiale in contropiede e spietata sotto porta. Inzaghi si gode la super performance di Dumfries, i suoi bomber in avanti e una difesa impenetrabile. L'unica nota stonata della giornata è il ko di Correa, uscito dopo una mezzoretta piuttosto opaca a causa di un trauma contusivo al bacino. Un infortunio che rischia di rivelarsi pesante nell'ottica dei prossimi due impegni ravvicinati contro Fiorentina e Atalanta.

Gli emiliani partono molto aggressivi, andando a pressare alto gli avversari, ma alla prima ripartenza nerazzurra vanno subito sotto: Dumfries affonda sulla destra, crossa potente in mezzo, dove Lautaro deve solo avventarsi sul pallone e buttarlo in rete, eludendo con facilità la marcatura di Medel. La squadra di Mihajlovic non cambia atteggiamento, continua a giocare con coraggio e al 19' va vicinissima al pareggio, ma prima Soriano si fa ipnotizzare da Handanovic, poi, sul rimpallo seguente, Sansone spreca calciando alto da ottima posizione. Poco prima della mezzora Inzaghi perde Correa ed è costretto a inserire Dzeko, ma il ko dell'argentino passa subito in secondo piano quando arriva il raddoppio di Skriniar, che sul corner battuto alla perfezione da Dimarco insacca di testa il suo secondo gol stagionale. Nonostante i due gol di svantaggio il Bologna continua a spingersi nella metà campo avversaria con 5-6 uomini e a esporsi ai micidiali contropiedi nerazzuri, trascinati soprattutto da Dumfries, che al 34' ispira anche l'azione del 3-0, finalizzata in rete da Barella dopo un rinvio improbabile di De Silvestri.

Dopo un primo tempo a senso unico l'Inter va subito vicina al poker a inizio ripresa: ennesima iniziativa di Dumfries sulla destra, cross all'indietro per Lautaro che centra in pieno la traversa con un destro fulminante. Il Bologna ha un sussulto con un colpo di testa pericoloso di Svanberg, ma subito dopo, sull'ennesima discesa in campo aperto di un esterno (questa volta Dimarco) arriva il quarto gol dell'Inter, messo a segno da Vecino dopo un paio di rimpalli in area. La difesa del Bologna è totalmente in bambola e lo testimonia il gol di Dzeko, che approfitta di una dormita di Bonifazi per insaccare di punta la rete che vale il pokerissimo. A mezzora dalla fine si rivede anche Sanchez, ma subito dopo l'ingresso del cileno è ancora Dzeko ad andare in gol, con un tiro a giro da posizione defilata che sorprende un ingenuo Skorupski. È l'ultima bastonata rifilata a una squadra ormai già con la testa altrove. Così come la testa altrove ce l'ha la stessa Inter all'86', quando sugli sviluppi di corner il neo entrato Theate pesca di testa il gol della bandiera.

IL TABELLINO

Inter-Bologna 6-1

Inter (3-5-2): Handanovic 6,5; Skriniar 7, De Vrij 6,5 (22' st Ranocchia 6), Bastoni 6,5 (29' st Kolarov 6); Dumfries 7,5, Barella 7, Brozovic 6,5 (29' st Gagliardini 6), Vecino 6,5, Dimarco 7; Martinez 7 (22' st Sanchez 6), Correa 5,5 (29' Dzeko 7,5).
Allenatore: Inzaghi 7,5
Bologna (4-2-3-1): Skorupski 5; De Silvestri 5 (29' st Theate 6,5), Medel 4,5, Bonifazi 4,5, Hickey 4,5 (11' Dijks 5); Svanberg 6 (11' st Vignato 6), Dominguez 5,5 (24' st van Hooijdonk 6); Skov Olsen 5,5, Soriano 6, Sansone 5 (11' st Barrow 6); Arnautovic 5.
Allenatore: Mihajlovic 4
Arbitro: Ayroldi
Marcatori: 6' Martinez (I), 30' Skriniar (I), 34' Barella (I), 9' st Vecino (I), 18' e 23' st Dzeko (I), 41' st Theate (B)
Ammoniti: De Silvestri (B), Hickey (B)
Espulsi:

LE PAGELLE

Dumfries 7,5 - L'atteggiamento sbilanciato del Bolgona apre continue praterie dalla sua parte, che lui sfrutta alla grande servendo un assist, propiziando l'azione del 3-0 e facendo ammattire la difesa avversaria fino alla fine.
Lautaro 7 - Tre match stagionali in cui è sceso in campo, tre gol. Non solo generoso, ora sta diventando anche implacabile.
Skriniar 7 - Nelle giornate in cui è meno impegnato in fase difensiva sa diventare il fattore aggiunto in attacco. Accompagna tutte le azioni offensive senza risparmiarsi, insacca di testa il suo secondo gol in stagione.

Arnautovic 5 - Non tira mai in porta e fatica anche a entrare in area di rigore. Giornata complicatissima per tutti, anche per lui.
Hickey 4,5 - Dumfries gli fa girare la testa in continuazione e si perde anche la marcatura su Skriniar in occasione del 2-0. Forse un po' troppe responsabilità sulle sue giovanissime spalle.

LE STATISTICHE

- L'Inter non arrivava a nove gare di campionato di fila con almeno due reti all’attivo da febbraio 2007 (10 in quel caso).
- L’Inter ha segnato nelle ultime 23 partite di Serie A e ha fatto meglio solamente nel 1950 quando raggiunse quota 24.
- L’Inter ha segnato almeno quattro gol nelle ultime tre partite casalinghe in Serie A, miglior striscia dal 1999 per i nerazzurri (quattro gare in quel caso).
- L’Inter ha segnato almeno tre gol nelle ultime cinque partite casalinghe in Serie A, miglior striscia dal 2011 per i nerazzurri (sei in quel caso)
- Per la prima volta in Serie A Lautaro Martínez ha segnato per quattro presenze consecutive.
- Quello di oggi è stato il primo gol segnato da Lautaro Martínez contro il Bologna in Serie A - la squadra rossoblù è diventata la sua 19ª vittima su 25 squadre affrontate nel massimo campionato.
- Sei degli ultimi sette gol di Milan Skriniar in Serie A sono stati realizzati di testa.
- Nicolò Barella ha partecipato a un gol in ognuna delle sue ultime quattro partite di Serie A, sua miglior striscia nel massimo campionato.
- Era da ottobre 2020 contro il Benevento che Edin Dzeko non realizzava due gol in una partita di Serie A.
- Il Bologna non subiva tre gol in un primo tempo di una gara di Serie A dal maggio 2021 contro la Juventus.
- Musa Barrow ha collezionato oggi la sua presenza numero 100 in Serie A.
- Il Bologna ha subito sei gol dopo aver mantenuto due volte la porta inviolata nelle precedenti due partite.
- Il Bologna non subiva almeno sei gol in una partita di Serie A da febbraio 2017 contro il Napoli.
- Arthur Theate ha segnato al suo esordio in Serie A.
- Musa Barrow non forniva un assist in Serie A da aprile contro lo Spezia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments