FIORENTINA-INTER 0-2

Serie A, Fiorentina-Inter 0-2: nerazzurri in vetta con Barella e Perisic

La squadra di Conte passa al Franchi con una rete per tempo. Traversa di Bonaventura per la Viola

di
  • A
  • A
  • A

Con un gol per tempo l'Inter ha vinto 2-0 in casa della Fiorentina nell'anticipo della 21.a giornata di Serie A, prendendosi la testa della classifica. Dopo il vantaggio nerazzurro al 31' con un destro a giro di Barella dal limite dell'area, la risposta viola si infrange sulla traversa di Bonaventura dopo la parata di Handanovic. Nella ripresa il raddoppio di Perisic al 52' da pochi passi su assist dell'imprendibile Hakimi.

LA PARTITA

Missione compiuta per l'Inter che su un campo storicamente ostico come il Franchi di Firenze, ha battuto la Fiorentina 2-0, operando il sorpasso in vetta alla classifica sul Milan e spostando sui cugini la pressione del risultato, risparmiando anche un po' di energia per il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. Una rete per tempo è bastata alla squadra di Conte (in tribuna per squalifica) per avere la meglio dell'undici di Prandelli, privo del talento di Castrovilli (squalificato) e Ribery (infortunato) ma sempre tremendamente in difficoltà nel creare occasioni da rete. Barella e Perisic le firme sui tre punti esterni in una serata in cui gli attaccanti dell'Inter, Lukaku in primis, non hanno provato la conclusione.

L'Inter l'ha vinta con il talento e l'organizzazione di gioco, sfruttando il palleggio in mezzo al campo che ha mandato spesso a vuoto l'aggressione della Fiorentina, seppur convinta ed efficare per una parte del primo tempo. Senza strafare né giocando sovraritmo, i nerazzurri hanno impostato sui dribbling di Sanchez e sulla regia di Brozovic una buona fetta di contesa, lasciando alle frecce esterne il compito di aprire varchi e a Barella quello di infilarsi tra le linee per cercare la giocata vincente. Idea che già al 6' avrebbe portato i frutti più dolci sul destro del centrocampista, se non fosse per il miracolo di Dragowski in controtempo. Con una Fiorentina chiusa al limite dell'area, la giocata vincente l'Inter l'ha trovata alla mezzora sugli sviluppi di un palla inattiva: calcio d'angolo battuto corto a due, assist di Sanchez per Barella che dal limite dell'area con un destro a giro ha sorpreso il portiere polacco.

La reazione della Fiorentina è arrivata alzando la linea dei difensori e la pressione in mezzo al campo, aggredendo i portatori di palla nerazzurri e cercando con la qualità di Eysseric e Bonaventura una giocata vicino all'area di rigore di Handanovic. L'occasione più grande, doppia, è arrivata al 37' quando il destro del centrocampista è stato deviato sulla traversa dal portiere con un grande riflesso, ripetuto poco dopo sul mancino di Biraghi. Poco dopo è toccato a Lukaku salvare su una conclusione di Eysseric, ma la partita offensiva della Viola è terminata qui.

Nella ripresa, infatti, pur con l'inserimento di Kouamé e il ritorno al 3-5-2, la pericolosità offensiva della Fiorentina è stata nulla. L'impeto viola è stato smorzato dal raddoppio di Perisic al 52', al posto giusto nel momento giusto per capitalizzare l'assist di Hakimi su passaggio in profondità di Sanchez. Un'azione che l'Inter ha riproposto spesso senza però ottenerne il medesimo risultato, ma esaltando semmai i riflessi di Dragowski sia sullo stesso Perisic che su Barella e Lautaro.

--

LE PAGELLE

Barella 7 - Sblocca il match con un bel destro a giro dal limite, ma fornisce la solita prestazione di qualità seppure con il freno a mano tirato per la diffida. Dà verticalità alla squadra.

Sanchez 7 - Vivace fin dalle prime battute di gioco, partecipa attivamente sia alla rete di Barella con l'assist che mandando in profondità Hakimi per il raddoppio di Perisic.

Hakimi 7 - Dopo un primo tempo nascosto, si scatena nella ripresa arando la fascia destra e strapazzando Igor. Suo l'assist per Perisic, ma anche altre buone azioni potenzialmente pericolose.

Bonaventura 6 - Ci prova in tutti i modi, spesso però con conclusioni dalla distanza. Costringe al miracolo Handanovic ed è sfortunato nel rimpallo con la traversa.

Dragowski 6,5 - Parte in ritardo sulla conclusione vincente di Barella, ma durante la partita è protagonista di almeno tre interventi decisivi che evitano un passivo più pesante.

--

IL TABELLINO

FIORENTINA-INTER 0-2
Fiorentina (3-4-2-1):
Dragowski 6,5; Quarta 5,5, Pezzella 6, Igor 5,5; Venuti 5 (28' st Malcuit 5,5), Amrabat 5,5, Borja Valero 5 (1' st Kouamé 5), Biraghi 5,5 (38' st Barreca sv); Eysseric 6 (28' st Pulgar 5,5), Bonaventura 6; Vlahovic 5 (28' st Kokorin 5,5). A disp.: Terracciano, Rosati, Caceres, Callejon, Montiel. All.: Prandelli 5,5.
Inter (3-5-2): Handanovic 6,5; Skriniar 6, De Vrij 6, Bastoni 6; Hakimi 7, Barella 7, Brozovic 6,5, Vidal 5,5 (1' st Gagliardini 6), Perisic 6,5 (35' st Darmian sv); Sanchez 7 (17' st Martinez 6), Lukaku 6 (44' st Pinamonti sv). A disp.: Radu, Ranocchia, Kolarov, D'Ambrosio, Young, Vecino, Eriksen, Sensi. All.: Stellini 6,5.
Arbitro: La Penna
Marcatori: 31' Barella, 7' st Perisic
Ammoniti: Amrabat, Quarta, Pulgar (F); Perisic (I)
Espulsi: nessuno
-- 

LE STATISTICHE DI OPTA

L’Inter ha vinto entrambe le sfide stagionali di Serie A contro la Fiorentina per la prima volta dal 2013/14, con Walter Mazzarri alla guida.
L’Inter ha mantenuto la porta inviolata per quattro partite di fila in Serie A per la prima volta da agosto 2020.
Nicolò Barella (11 reti e 14 assist) è uno dei due centrocampisti nati dopo il 1/1/1997 ad aver già preso parte ad almeno 25 gol in Serie A, assieme a Federico Chiesa.
Barella ha preso parte a otto gol in questo campionato (tre reti e cinque assist): suo record in Serie A in una singola stagione.
Barella ha trovato il suo primo gol da fuori area in Serie A da novembre 2019, contro il Verona.
Achraf Hakimi è l'unico difensore dei top-5 campionati europei in corso ad aver preso parte ad almeno 10 reti (sei gol e quattro assist).
Dal 2011/12 ad oggi, Ivan Perisic ha segnato 70 gol nei top-5 campionati europei: nel periodo solo altri cinque centrocampisti hanno raggiunto questo traguardo (Thauvin 85, Raúl García 84, Coutinho 71, Robben 71 e Payet 70).
Perisic ha segnato quattro gol contro la Fiorentina in Serie A, solamente contro il Chievo (sette) ha fatto meglio.
Aleksandr Kokorin è il secondo giocatore russo a giocare un match di Serie A con la Fiorentina nell'era dei tre punti a vittoria, dopo Andrei Kanchelskis.
Solo il Crotone (otto) ha subito più reti da fuori area della Fiorentina (sette) in questo campionato.
Romelu Lukaku ha disputato la sua 50ª partita da titolare in Serie A.
Milan Skriniar ha registrato la sua 50ª clean sheet con la maglia dell’Inter in tutte le competizioni.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments