Bologna-Inter 0-1

Serie A, Bologna-Inter 0-1: Bisseck incorna i rossoblù, +18 sulla Juventus

Il colpo di testa del centrale tedesco, su assist di Bastoni, regala il decimo successo di fila ai nerazzurri e il +18 momentaneo sui bianconeri

di
  • A
  • A
  • A

L’Inter mette la decima di fila in campionato vincendo 1-0 in trasferta contro il Bologna nel match d’anticipo della 28esima giornata di Serie A. Al Dall’Ara, campo ostico negli ultimi anni per i nerazzurri, gli uomini di Inzaghi proseguono l’ottimo momento che li porta a consolidare sempre più il primato in classifica, con un +18 sulla Juventus in attesa della sfida dei bianconeri contro l’Atalanta. A regalare il successo è Bisseck (37’), con un colpo di testa su assist di Bastoni che sorprende i rossoblù. Nerazzurri poi attenti nella ripresa ad arginare il possesso palla dei felsinei che nel finale si fanno arrembanti. Ma dopo sei successi di fila il Bologna si deve arrendere alla capolista, sempre più in fuga verso la seconda stella.

LA PARTITA

Tante conferme nel 4-1-4-1 di Thiago Motta, che affida le chiavi dell’attacco al solito Zirkzee che alle sue spalle, tra le certezze Ferguson e Saelmeakers, trova a destra il debutto dal 1’ di Odgaard. Inzaghi risponde con un 3-5-2 con Acerbi e Bisseck in difesa con Bastoni, il ritorno in campo dall’inizio di Calhanoglu e il reparto offensivo composto da Thuram-Sanchez, con Lautaro a riposo. In una prima frazione all’insegna del possesso palla del Bologna, l’Inter fa quel che può col poco concesso dai felsinei. La prima occasione del match capita infatti sui piedi di Sanchez, servito da Carlos Augusto, che si fa però murare da Skorupski al 10’. Qualche minuto più tardi è Darmian a mettere i brividi al Dall’Ara, con un tiro terminato di poco al lato dopo aver sfruttato un rimpallo fortunoso su Kristiansen su incursione di Bisseck. Il possesso insistito del Bologna, difficile da arginare per i nerazzurri con l’avanzata a giro dei due centrali Beukema e Lucumì, è però anche un rischio per i padroni di casa che rischiano più volte di farsi male da soli. Il terrore negli occhi di Thiago Motta si manifesta nello specifico al 21’, con un grave errore in costruzione di Kristiansen che sbaglia su contrasto di Thuram, ma con Barella che si lascia ipnotizzare ancora una volta a tu per tu con Skorupski. Dall’altro lato è Sommer al 34’ a smanacciare su Ferguson, col destro violento dalla distanza dello scozzese che è la prima vera occasione pericolosa capitata sui piedi dei rossoblù. Un brivido che accende i nerazzurri che al 37’ trovano il vantaggio: Carlos Augusto scarica per Bastoni che di prima crossa al centro per Bisseck che di testa anticipa Saelemaekers battendo Skorupski. Bologna che subisce il colpo e resta in balia delle giocate dell’Inter, con Kristiansen che al 45’ riesce a mettere una pezza sul cross insidioso al centro di Darmian sul quale, non fosse arrivato il danese, era in agguato Barella.

Inzaghi lascia Carlos Augusto negli spogliatoi all'intervallo, con Dumfries mandato in campo nella ripresa. Al 48' il cross teso di Posch spaventa Sommer, con Freuler che non riesce a deviare in rete, occasione che dà una scossa ai rossoblù il cui approccio a inizio secondo tempo è aggressivo per cercare subito la via del pari. Il possesso palla ragionato degli uomini di Thiago Motta viene però spesso spezzato da giocate troppo frettolose, con l'Inter che ringrazia cercando ripartenze che però non si concretizzano. Al 70' l'errore di Bastoni in costruzione dal basso per poco non regala al Bologna l'occasione del pari, ma la giocata di tacco di Saelemaekers non trova nessun compagno pronto a trovare la via del gol. Al 78' è Zirkzee ad andare vicino all'1-1, con l'olandese servito da Freuler che scarica di sinistro verso la porta di Sommer, ma col portiere elvetico che alza la saracinesca salvando i suoi. Bologna che si fa arrembante nei minuti finali, orfano di Zirkzee uscito con qualche problema fisico e in superiorità numerica per il ko di Arnautovic, ma l'Inter è attenta e porta a casa il decimo successo di fila in campionato. E quella di Inzaghi sembra proprio essere una macchina infallibile.

LE PAGELLE

Kristiansen 5,5 - Rischia tanto, forse troppo nella prima frazione, con due errori che per poco non sono fatali per il Bologna. Ma è suo l'intervento provvidenziale su Barella, col salvataggio a pochi metri dalla linea di porta che evita il tracollo rossoblù.
Odgaard 6 - Prestazione sontuosa in fase di non possesso, con corse pazze sulla fascia per arginare Carlos Augusto e non solo. Mette una pezza sugli errori dei suoi compagni e chiude bene le ripartenze dell'Inter, in fase offensiva però non riesce a pungere come vorrebbe.
Zirkzee 5 - Osservato speciale dalla difesa nerazzurra, l'olandese non riesce a rendersi pericoloso. Isolato dal gioco, prova anche a indietreggiare per avere palla sui piedi, ma senza il risultato sperato.

Bisseck 7 - Fisico in difesa, pronto e pungente in fase offensiva. Sfrutta al meglio il pallone da terzo a terzo di Bastoni, per il gol che regala il decimo successo di fila ai suoi. Poi si mette a guardia di Saelemaekers, non lasciando spazio di manovra al belga.
Bastoni 6,5 - Perfetto come sempre, attento sia in fase di non possesso sia nelle incursioni in avanti. Dai suoi piedi arriva il gol che decide il match.
Barella 5,5 - Prestazione da rivedere per il 23 nerazzurro, che si perde a centrocampo tra le maglie rossoblù e spreca clamorosamente sotto porta a tu per tu con Skorupski.

IL TABELLINO

BOLOGNA-INTER 0-1
Bologna (4-1-4-1): Skorupski 6; Posch 6, Beukema 6, Lucumì 6, Kristiansen 5,5; Freuler 5,5; Odgaard 6 (34' st Orsolini sv), Ferguson 6, Aebischer 5,5 (24' st Moro 5,5), Saelemaekers 5,5 (29' st Ndoye sv); Zirkzee 5,5 (34' st Castro sv).
A disp.: Bagnolini, Ravaglia, Ilic, Corazza, El Azzouzi, Lykogiannis, De Silvestri, Calafiori, Fabbian, Urbanski. All.: Thiago Motta 6
Inter (3-5-2): Sommer 6; Bastoni 6,5, Acerbi 6,5, Bisseck 7; Carlos Augusto 6 (1' st Dumfries 6), Mkhitaryan 6 (16' st Frattesi 6), Calhanoglu 6,5 (16' st Asllani 6), Barella 5,5 (36' st Klaassen sv), Darmian 6; Sanchez 6, Thuram 6 (21' st Arnautovic 6).
A disp.: Di Gennaro, Audero, De Vrij, Lautaro, Buchanan, Pavard, Dimarco. All.: S. Inzaghi 6,5
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 37' Bisseck (I)
Ammoniti: Zirkzee (B), Freuler (B), Klaassen (I)
Espulsi: -

LE STATISTICHE OPTA

- L’Inter ha guadagnato 75 punti in questo campionato, solo una volta nella storia della Serie A una squadra ha conquistato più punti dopo 28 partite stagionali: sempre l’Inter nel 2006/07 con Roberto Mancini allenatore (76).
- L’Inter ha vinto almeno 10 partite di fila solo per la terza volta nella sua storia in Serie A: dopo le 17 tra l’ottobre 2006 e il febbraio 2007 e le 11 tra il gennaio e l’aprile 2021.
- A partire dalla scorsa stagione (2022/23), nessuna formazione ha vinto più gare dell’Inter nei maggiori cinque campionati europei (47, come il Manchester City).
- Yann Sommer ha eguagliato il record di clean sheet per un portiere dell’Inter in un intero campionato di Serie A nell’era dei tre punti a vittoria (dal 1994/95): 17, stabilito in precedenza da Julio César nel 2009/10 e Samir Handanovic nel 2017/18 e nel 2018/19.
- Con la rete di Yann Bisseck, l’Inter è salita a quota cinque marcature di testa con i propri difensori nella Serie A 2023/24: più di ogni altra formazione nel torneo in corso.
- Tra i difensori con più di otto assist forniti nelle ultime quattro stagioni di Serie A (dal 2020/21), solo Andrea Cambiaso (10 – febbraio 2000) è più giovane di Alessandro Bastoni (nove – aprile 1999).
- Il Bologna è la formazione che in percentuale ha concesso il maggior numero di reti nella prima frazione di gioco in questo campionato (64%, 16/25).
- L'Inter ha vinto un match di Serie A effettuando al massimo cinque tiri totali per la prima volta dal 3 aprile 2022 contro la Juventus (cinque anche in quel caso).
- L’Inter non ha effettuato alcuna conclusione nel secondo tempo vs Bologna, non le era mai successo nel 2° tempo di un match di campionato da quando Opta raccoglie il dato sui tiri (2004/05). 
- Il Bologna non ha schierato alcun giocatore italiano nella formazione titolare di un match in Serie A per la prima volta dallo scorso 24 settembre contro il Napoli.
- Joshua Zirkzee ha disputato oggi la sua 50ª presenza in Serie A (27 delle quali in questo campionato).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti