Calcio

Il Milan è pronto a prolungare la sospensione dell'attività di Milanello dopo il 22 marzo, come invece era stato inizialmente programmato. Lo apprende l'Ansa da fonti qualificate del club. "La sicurezza e la salute dei dipendenti e dei tesserati conta più del resto" è il messaggio che filtra dai rossoneri, che si atterranno alle disposizioni degli esperti per stabilire la data per la ripresa degli allenamenti. La preoccupazione per il coronavirus non ha intanto scatenato un fuggi fuggi dei giocatori da Milano verso i Paesi d'origine: Leao e Ibrahimovic, ad esempio, sono tornati in patria da tempo ma in tanti stranieri sono rimasti. Il Milan, che non ha giocatori positivi al Covid-19, ha comunque garantito a tutti la possibilità di lasciare l'Italia.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A