Serie A, Chievo-Napoli 1-3: Koulibaly e Milik condannano i clivensi alla Serie B

Doppietta del difensore centrale e 20° sigillo del polacco al Bentegodi. Rinviata la festa della Juventus

Tutto facile per il Napoli che al Bentegodi ha vinto 3-1 condannando matematicamente il Chievo alla retrocessione e rinviando, almeno di una settimana, la festa scudetto della Juventus. Protagonista di serata il difensore centrale Koulibaly che ha aperto e chiuso i conti sugli sviluppi di un calcio d'angolo prima al 15' e poi all'81'. La doppietta del senegalese è stata intervallata dal sinistro a giro di Milik (64'); al 90' il gol di Cesar.

Koulibaly condanna il Chievo

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27

LA PARTITA

Pochi patemi d'animo e tutto come preventivato per il Napoli che in casa del Chievo raccoglie tre punti, mantenendo in fin di vita il campionato e condannando il Chievo alla retrocessione in Serie B dopo 11 stagioni consecutive nel massimo campionato. Al Bentegodi gli azzurri hanno superato 3-1 gli uomini di Di Carlo preparandosi - sul campo - al ritorno di Europa League contro l'Arsenal (si parte dallo 0-2 di Londra): per la sfida Ancelotti ha infatti deciso di schierare in campo i titolari nella maniera più offensiva possibile, con Mertens al fianco di Milik; Insigne e Callejon esterni di centrocampo; Fabian Ruiz e Zielinski in mezzo al rettangolo di gioco. Chissà, una prova per quello che potrebbe diventare un forcing contro i Gunners.

Protagonista di una sfida giocata a ritmi blandi e senza grossi sussulti in termini di aggressività, è stato Koulibaly. Il difensore centrale senegalese ha trovato il primo gol del suo campionato al 15' svettando sul primo palo sugli sviluppi di un corner calciato perfettamente da Mertens. Con il naso avanti e il match sbloccato, la contesa è praticamente finita. Il Napoli con il palleggio dei propri interpreti ha portato dove ha voluto gli avversari, sfiorando il raddoppio con Milik prima dell'intervallo ma pigiando con poca intensità sull'acceleratore, favorito anche da un atteggiamento remissivo del Chievo.

Un ritmo ancora più lento quello visto nella ripresa dove il pensiero all'Europa per il Napoli, e all'inevitabile per il Chievo, ha fatto il proprio gioco. La fiammata che ha chiuso definitivamente i conti è arrivata intorno al quarto d'ora della ripresa quando prima Insigne e Milik con un duetto di prima al limite dell'area hanno sfiorato il raddoppio; poi lo stesso attaccante polacco ha infilato l'angolino da fuori area con un sinistro a giro chirurgico. Gioco, partita e incontro, con lo spazio lasciato a Koulibaly per firmare la sua doppietta - ancora sugli sviluppi di un angolo - e a Cesar per siglare il gol della bandiera nella serata più amara dal maggio 2007 (data dell'ultima retrocessione).

LE PAGELLE

Koulibaly 7,5 - Due gol per mettersi alle spalle una stagione dai due volti. Si sblocca anche in zona gol, può diventare un'arma in più per Ancelotti nel raggiungere gli obiettivi rimasti. In fase difensiva nessun problema.

Mertens 6,5 - Manda in gol il compagno dalla bandierina, poi prova a trovare i varchi giusti per tutto il primo tempo. Gioca con un ritmo compassato, ma è semplice gestione delle energie.

Milik 7 - Da fuori area ormai è un cecchino: contro il Chievo è arrivato il sesto gol dalla distanza del suo campionato, pochi minuti dopo aver sfiorato il capolavoro in tandem con Insigne.

Insigne 6 - Non è al meglio e si vede ancora una volta, ma la variante con lui e Callejon sugli esterni è un qualcosa che il Napoli può avere nelle corde.

LE STATISTICHE

- Il Napoli ha subito almeno un gol in tutte le ultime sette gare di campionato, dopo aver registrato cinque clean sheet consecutivi in precedenza.
- Solo Lionel Messi (nove) ha segnato più reti da fuori area di Arkadiusz Milik (sei) nei cinque maggiori campionati europei in corso.
- L’ultimo difensore del Napoli ad aver realizzato una doppietta in Serie A è stato Maurizio Domizzi contro la Juventus a ottobre 2007.
- Solo due difensori hanno realizzato una doppietta in questo campionato (Kalidou Koulibaly e Merih Demiral), entrambi contro il Chievo.
- Il Chievo è retrocesso - con sei giornate d’anticipo - in Serie B  per la seconda volta della sua storia.
- Nessuna squadra di questo campionato ha segnato più reti del Napoli nei primi 15 minuti di gioco (11), parziale in cui nessuna ne ha subite più del Chievo (10).
- Dries Mertens è solamente il quinto giocatore ad essere già in doppia cifra di gol e di assist nei cinque maggiori campionati europei in corso (assieme a Messi, Hazard, Sarabia e Sancho).
- Sei delle 10 reti realizzate da Kalidou Koulibaly in Serie A sono arrivate da un colpo di testa.
- Mertens, Insigne e Milik hanno disputato una partita insieme da titolari con la maglia del Napoli considerando tutte le competizioni solamente per la seconda volta (dopo Milan-Napoli a gennaio 2019).
- Dries Mertens ha disputato la sua 200ª partita in Serie A, tutte con la maglia del Napoli.

IL TABELLINO

CHIEVO-NAPOLI 1-3
Chievo (4-2-3-1)
: Sorrentino 5,5; Depaoli 5, Andreolli 5, Cesar 6, Barba 5; Hetemaj 5,5, Diousse 5; Giaccherini 5, Vignato 5,5, Meggiorini 5,5 (28' st Grubac 6); Stepinski  5,5 (35' st Kiyine sv). A disp.: Semper, Tomovic, Frey, Ndrecka, Rigoni, Karamoko, Piazon, Pucciarelli, Pellissier. All.: Di Carlo 5.
Napoli (4-4-2): Ospina 6; Hysaj 6, Chiriches 6, Koulibaly 7,5, Ghoulam 6,5; Callejon 6,5 (36' st Verdi 6), Zielinski 6,5, Fabian Ruiz 6 (28' st Younes 6), Insigne 6 (21' st Allan 6); Mertens 6,5, Milik 7. A disp.: Meret, Karnezis, Malcuit, Luperto, Maksimovic, Mario Rui, Ounas, Gaetano. All.: Ancelotti 6,5.
Arbitro: La Penna
Marcatori: 15' Koulibaly (N), 19' st Milik (N), 36' st Koulibaly (N), 45' st Cesar (C)
Ammoniti: nessuno
Espulsi: nessuno

TAGS:
Serie a
Chievo
Napoli
Pagelle
Tabellino

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X