SPAGNA

Liga: Granada dal sogno all'incubo, regala la vetta alla Real Sociedad

Gli andalusi perdono in casa contro i baschi che si portano a 22 punti: sono primi in campionato con Real Madrid e Barcellona

  • A
  • A
  • A

Il Granada spreca l'occasione di portarsi in vetta alla Liga e addirittura chiude la domenica sesto. Gli andalusi perdono infatti per 2-1 in casa contro la Real Sociedad (decisiva la doppietta di Portu, con gol vittoria all'89') e a loro volta i baschi con questa vittoria raggiungono Real Madrid e Barcellona in testa alla classifica con 22 punti. Solo 0-0 tra Villarreal e Athletic Bilbao, il Getafe vince 1-0 a Vigo ed è a -3 dalla vetta.

GRANADA-REAL SOCIEDAD 1-2
Sarà che la classifica della Liga spagnola in questa prima fase di campionato è davvero fin troppo corta, ma sicuramente qualcuno sprovvisto di calcolatrice in quel di Granada tutto si sarebbe aspettato tranne di ritrovarsi sesto in campionato nella stessa notte in cui si sognava la vetta. E invece proprio questo è ciò che succede allo stadio Los Cármenes, con i biancoblù di San Sebastian che giocano meglio, concludono di più e alla fine dei conti meritano la vittoria. Decisivo si rivela quindi Portu, a segno al 21' su gran taglio di Oyarzabal e poi all'89', con il Granada che pasticcia a metà campo e Januzaj che è lesto a servire al compagno il pallone della pesantissima vittoria. Nel mezzo era stato Vadillo a regalare al 36' il pareggio della speranza per il Granada, che aveva anche protestato per un rigore negato dal Var. Troppo poco per puntare al primo posto in campionato.

CELTA VIGO-GETAFE 0-1
Vittoria importantissima per il Getafe, che imponendosi per 1-0 sul campo del Celta Vigo è sì settimo in campionato, ma ad appena 3 punti di distacco dal trio di capoliste. Gli ospiti segnano il gol decisivo al 37' con Kenedy, autore di una corsa di metà campo conclusa da un diagonale sinistro imparabile per Blanco. Sfortunati però i padroni di casa, vicini al gol in precedenza con Lobotka e Iago Aspas. Nella ripresa quindi il Getafe mostra di meritarsi la vittoria continuando ad attaccare, e vedendosi anche il raddoppio di Angel annullato per fuorigioco. Sconfitta invece particolarmente dolorosa per il Celta, che si trova terzultimo e in piena zona retrocessione.

VILLARREAL-ATHLETIC BILBAO 0-0
Non ci sono reti, ma non si può dire che manchi lo spettacolo a Vila-Real, dove non bastano 23 conclusioni complessive per sbloccare il punteggio di 0-0. E in particolare sono i padroni di casa a poter recriminare qualcosa, dato che nel primo tempo Cazorla viene fermato da una grandissima parata di Unai Simon e nella ripresa Gerard Moreno si vede il gol vittoria annullato dall'arbitro. Lo stesso Cazorla sbaglia poi leggermente mira con un tiro dalla distanza e nel finale Unai Simon compie un nuovo miracolo sulla punizione di Ruben Pena. In classifica il Villarreal sale a 18 punti e l'Athletic a 17, fuori dalla zona Europa ma a soli 4 punti dal primo posto occupato da Real Madrid, Barcellona e Real Sociedad. Chiaro sintomo del fatto che tutto può ancora succedere in questo pazzo campionato spagnolo.

OSASUNA-ALAVES 4-2
Spettacolo a Pamplona, dove l'Osasuna si aggiudica il quasi-derby con l'Alaves e ora si presenta a ridosso di una zona di alta classifica affollatissima nella Liga. Emozioni a non finire già nei primissimi minuti, ma per vedere un gol bisogna aspettare il 20', con il Var che dopo qualche istante di esitazione convalida la rete di Ruben Garcia. Al 26' raddoppia Avila, ma già al 27' accorciano gli ospiti con Laguardia (anche qui decisivo il ricorso al Var). L'Osasuna mette però in ghiaccio il match dopo ben 6 minuti di recupero del primo tempo, grazie a un rigore trasformato da Torres dopo l'ennesimo ricorso al Var. Nella ripresa botta e risposta: Perez accorcia al 51' per l'Alaves, Villar ristabilisce le distanze al 55'.

VALLADOLID-MAIORCA 3-0
Il Valladolid strapazza il Maiorca e lo inguaia non poco in classifica: ora la zona retrocessione dista appena due punti per gli uomini di Moreno, che possono solo ringraziare le difficoltà di due altre nobili decadute come Celta Vigo e Espanyol. Padroni di casa in vantaggio al 40' grazie a un colpo di testa di Joaquin Fernandez e poi in controllo totale nel resto della partita: già al 50' arriva infatti il raddoppio, quando Enes Unal trasforma un rigore concesso per fallo di Fabricio. Maiorca anche sfortunato con il palo dell'ex Sampdoria e Crotone Budimir, quindi a tempo scaduto Sandro Ramirez mette il punto esclamativo con una sassata da fuori area.

LEGANES-EIBAR 1-2
Il Leganes è sempre più solo in fondo alla classifica della Liga con appena 5 punti in 12 partite. E la sconfitta odierna, oltretutto tra le mura amiche, fa particolarmente male perché ottenuta contro una diretta concorrente. A vincere è infatti l'Eibar, che ora respira e si porta a +3 dalla zona retrocessione. Il match inizia anche nel migliore dei modi per il Leganes, che passa grazie a En Nesyri al termine di un'azione che sarebbe riduttivo definire rocambolesca. La rimonta degli ospiti però non si fa attendere, dato che già al 17' Charles pareggia di testa. Nella ripresa è più l'Eibar a cercare la vittoria, che quindi arriva all'84' grazie a Kike in contropiede.
 

Vedi anche Liga: Barcellona ribaltato dal Levante in 7', Real fermato in casa, pari tra Siviglia e Atletico Calcio estero Liga: Barcellona ribaltato dal Levante in 7', Real fermato in casa, pari tra Siviglia e Atletico

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments