IMBATTIBILE

Kickboxing World Grand Prix, Petrosyan campione a Tokyo

Il 33enne batte in tre round il francese Sana e conquista il montepremi da un milione di dollari

  • A
  • A
  • A

"Non penso al milione di dollari, penso ad essere il numero uno": nel commento a fine gara c'è tutto Giorgio Petrosyan che a 33 anni ha vinto il Kickboxing World Grand Prix a Tokyo battendo in tre round il francese Samy Sana. Il montepremi fa gola a tutti ma quando lo score, ulteriormente ritoccato, recita 103 vittorie, 2 ko e 2 pari (2 no contest) esce fuori solo il campione, che ha dedicato la vittoria all'Italia.

Il cinque volte campione di mondiale di kickboxing ha trovato sulla sua strada uno scatenato Sana, tre volte iridato di Thai Boxe, che non si è arreso neanche nel finale quando, sapendo di essere indietro con i punti, ha provato ad abbattere Petrosyan con un ko troppo ambizioso per essere vero. Nella gabbia della più grande sport property asiatica, One Championship, "the Doctor" aveva ormai accumulato tutto il vantaggio nei round precedenti (soprattutto nel secondo) con il solito mix di calci e pugni micidiali, alla campana non è potuta che arrivare la proclamazione a campione con decisione unanime.

"Il prossimo obiettivo sarà sempre lo stesso: allenarmi duramente e confermare il titolo - il pensiero a fine gara, trasmessa su Italia 2 -. Ho pensato alle parole di mio padre che da bambino mi incitava, è stato il primo a credere in me. A dieci anni dalla prima vittoria in Giappone (K1 nel 2009, ndr) sono tornato e sono ancora campione".

HIGHLIGHTS DEL MATCH

 

LA FESTA SU INSTAGRAM

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments