MONDIALI HOCKEY PISTA

Mondiali Hockey pista: l’Italia ferma la Francia (4-4) e vola ai quarti contro l’Angola (18.30)

Gli Azzurri, privi della stella Alessandro Verona, rimontano i transalpini pareggiando con Cocco a 73” dal termine

  • A
  • A
  • A
© marzia cattini

Un’Italia priva di Verona pareggia 4 - 4 contro la Francia e chiude imbattuta il gruppo A del Mondiale argentino dietro al Portogallo. Come in ogni sfida contro i transalpini gli Azzurri faticano, soffrendo tremendamente la fisicità dei fratelli Di Benedetto, ma, a differenza dell’Europeo di Paredes, restano nel match e agguantano il pareggio a 73” dalla fine, grazie a Giulio Cocco. L’ex giocatore del Porto, oggi al Trissino, firma una tripletta e nel finale di partita trascina l’Italia, a dimostrazione di aver completato il proprio processo di maturità. Oggi tra le stelle del firmamento di questo Mondiale, spicca anche il nostro numero 7.

Contro la Francia è stata una gara ricca di tensioni, come accade in ogni partita, di qualsiasi disciplina, tra Azzurri e Blues. Il gol del vantaggio firmato da Ambrosio al 7’, sembrava regalare tranquillità ai ragazzi di Bertolucci, ma i francesi, chiamati a riscattare il pessimo avvio di mondiale (k.o. 1-5 contro il Portogallo, vittoria sofferta con il Cile) mostravano orgoglio, ribaltando la situazione fino al 3-1 e toccando nuovamente il +2 ad inizio ripresa, grazie a Carlo (doppietta) e Roberto Di Benedetto, lunghissimi atleti di chiara origine italiana, a cui va aggiunto anche Bruno, atleta di grande sostanza.

© marzia cattini

L’Italia, che ha dovuto sopperire all’assenza dell'influenzato Verona non si è persa d’animo e Cocco su tiro diretto accorciava. Gli ultimi 19 minuti si sono trasformati in un periodo di lunga sofferenza, con nel mezzo contatti, tiri diretti e tanta tensione. Nel finale il guizzo di Cocco, che con una magia indovina l’angolo giusto, che fa esplodere in un urlo liberatorio, ed evita uno scomodo accoppiamento contro la Spagna.

L’Italhockey ha chiuso il “girone di ferro”, così chiamato alla vigilia, con una vittoria (8-3 al Cile nel debutto) e due pareggi. Un cammino che le permette di incontrare oggi alle 18.30 l’Angola di Joao Pinto (capitano del Trissino, a cui è legato da un lungo contratto) e dell’ex valdagnese Centeno. Attenzione agli africani, che dopo aver battuto il Mozambico (5-2) hanno tenuto testa ad Argentina e Spagna.

Quarti di finale (orari italiani)

18.30 Angola-Italia

21.00 Spagna-Francia

23.30 Portogallo Vincente Mozambico - Germania

02:00 Argentina vincente Cile - Colombia

DOVE GUARDARE LA NAZIONALE

Tutte le gare di San Juan sono trasmesse in diretta sul sito della federazione mondiale www.worldskategames.tv mentre per consultare i risultati in diretta esiste un comodo livescore, sempre aggiornato  http://rinkhockey.wsgargentina2022.com/

Femminile, sfida al Cile all’alba Argentina

Nell'ultima gara del girone l’Italia pareggia 1-1 contro un’ostica Germania (rete di Tamiozzo) e si ferma a 4 punti, conquistando il matematico secondo posto in classifica dietro all’Argentina. Le Azzurre saranno in pista per il primo quarto di finale alle ore 12.30 (8.30 argentine) contro il Cile, in un remake della finale per il Bronzo nell'ultimo Mondiale, che deciderà chi andrà a lottare per le medaglie. Gli altri accoppiamenti sono: Argentina-Francia, Spagna-Colombia e Portogallo-Germania. Il pareggio ottenuto contro la Germania è stata una gara di pura sofferenza "Abbiamo dominato per buona parte della partita meritavamo la vittoria - spiega il CT Massimo Giudice - Il nostro obiettivo era vincere il girone: nella gara contro l'Argentina abbiamo dato tutto e per poco non ci siamo riuscite. Oggi abbiamo creato una miriade di azioni ma un po' il portiere avversario ed un po' la nostra imprecisione non ci ha permesso di vincere. Il Quarto di Finale è dentro o fuori e daremo il nostro massimo per arrivare alle Semifinali".

Paolo Virdi

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti