Olimpiadi invernali nel Tirolo per il 2026, Lotti ci prova: "È un progetto a cui stiamo lavorando"

Il Ministro dello Sport lancia l'idea ambiziosa e torna sulla rinuncia di Roma per il 2024: "Peccato, ce l'avremmo fatta"

  • A
  • A
  • A

È tempo di candidature alle Olimpiadi e anche l'Italia avanza la sua.  In un'intervista a Il Sole 24 Ore, il Ministro dello Sport Luca Lotti ha parlato di una possibile collaborazione con l'Austria per organizzare i Giochi Olimpici invernali del 2026 nel Tirolo. "È un progetto a cui stiamo lavorando, che coinvolge città importanti come Trento, Bolzano e Innsbruck", ha detto, aprendo a quella che sarebbe la prima storica organizzazione transnazionale di un'Olimpiade.

Il Ministro non ha comunque nascosto il rammarico per la mancata candidatura di Roma per i Giochi estivi del 2024, assegnati ufficialmente a Parigi, ad un anno dalla rinuncia del sindaco Virginia Raggi: "La politica non ha voluto misurarsi coi problemi, per paura di non farcela, e l'Italia ha perso 2 miliardi di finanziamento. Peccato, perché ce l'avremmo fatta così come abbiamo avuto successo con l'Expo di Milano, grazie a un gioco di squadra che ha coinvolto tutti, privati e istituzioni, a prescindere dall'orientamento politico".

Parziale "risarcimento" per il Belpaese l'organizzazione dei Mondiali di volley nel 2018, della Ryder Cup di golf nel 2022 e, in tema di sport invernali, i Mondiali di sci a Cortina d'Ampezzo nel 2021 che prevedono un contributo pubblico di 250 milioni di euro. Tutte occasioni importanti, come potrebbe essere un eventuale accordo con l'Austria, per Lotti, che ha commentato: "Sono l'esempio virtuoso di quello che si può e si deve fare, in termini di investimenti sulle infrastrutture che poi restano al territorio e sul fronte del marketing. Si tratta di opportunità per far crescere l'economia di un'area e promuovere l'intero Paese".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments