Altri motori
LA RECENSIONE

I giganti della strada incendiano la pista in Fia European Truck Racing Championship

E' arrivato il primo gioco con licenza ufficiale dedicato alle mitiche corse dei camion

di
  • A
  • A
  • A

Cosa mancava nel panorama dei videogiochi dedicati alle corse a due e quattro ruote? I camion! Bene, questa lacuna è stata colmata dall'arrivo di Fia European Truck Racing Championship, il primo titolo con licenza ufficiale dedicato ai bisonti della strada. Merito di BigBen e N-Racing, che hanno accettato la sfida di portare qualcosa di nuovo in un mondo affollato di simulatori e arcade racing. Grazie a Fia ETRC, disponibile per PS4, Xbox One, Nintendo Switch e Pc, avrete la possibilità di mettervi al volante, crediamo per la prima volta assoluta nella vostra vita, di questi mostri da cinque tonnellate e oltre mille cavalli per competere testa a testa in quattro gare da 45 km ciascuna. Ad aspettarvi ci sono 45 truck con le livree ufficiali dei principali marchi, inclusi Volvo, MAN, Freightliner e Western Star, ma anche 8 circuiti del campionato europeo più altri tracciati iconici come Laguna Seca, il COTA di Austin e il Fuji Speedway, inseriti nel circuito delle World Series, per un totale di 14 piste. Insieme, naturalmente, ai venti team e ai piloti del circus dei motori più pazzo e adrenalinico del mondo.

Si tratta di un gioco tendente all'arcade, in cui non manca davvero nulla per potersi divertire. Dalle classiche modalità per giocatore singolo (carriera, gara veloce, campionato, eventi speciali e prova a cronometro) a quelle multiplayer con schermo condiviso oppure online per corse rapide e lobby personalizzabili. Noi abbiamo avuto modo di testare Fia European Truck Racing Championship su Switch e, pur con le doverose precisazioni del caso, nel siamo rimasti piacevolmente impressionati. Anzi, quasi sorpresi visto che non ci aspettavamo un gioco così godibile e soprattutto coinvolgente nella sua semplicità. Intendiamoci, nulla che faccia gridare al miracolo, ma c'è davvero tanta carne al fuoco, forse ben oltre quella che ci si potrebbe aspettare da un titolo del genere. E non soltanto per la novità di ritrovarsi in una cabina rialzata piuttosto che nell'abitacolo di una monoposto o in sella a una moto da GP. A differenza di questi ultimi casi, la guida di un camion richiede abilità particolari e regala un feeling senza eguali. Perché qui più che la potenza contano i muscoli e i... freni.

Per fermare questi giganti serve una enorme quantità di liquido in modo da poter raffreddare l'impianto. E qui risiede una delle maggiori abilità dei piloti: risparmiare il consumo di liquido per evitare di ritrovarvi fuori pista nel momento più caldo della gara. Una caratteristica che in Fia ETRC è davvero ben sviluppata e vi ci vorrà un po' di pratica prima di capire come conservare i freni senza lasciarvi tentare dal desiderio di fare solo a sportellate con chiunque vi capiti a tiro. Un capitolo a parte riguarda il peso e il motore di questi mezzi. La gestione non sarà facile perché bisogna abituarsi alla trazione posteriore della motrice, che, unita alla massa notevole, vi renderà dura la vita a causa dei trasferimenti di carico in fase di accelerazione e frenata. Nonostante si stia parlando di un gioco arcade, avrete comunque un discreto numero di settaggi a vostra disposizione per personalizzare la vostra guida. E non pensiate di cavarvela con il solo turbolag.

Si tratta di una spinta supplementare che spesso vi aiuterà nei sorpassi, ma altrettante volte vi metterà di fronte a dei sovrasterzi davvero da brividi. I più fanatici, comunque, potranno sfogarsi in duelli testa a testa in cui, magari eliminando le penalità, avranno pane per i loro denti visto che la IA degli avversari tende a rispondere colpo su colpo.

Qualità queste, che vanno a limare un po' i limiti del comparto tecnico. Pur non manifestando particolari e gravi lacune. Fia European Truck Racing Championship non eccelle per quanto riguarda l'aspetto della forma, decisamente inferiore rispetto ai contenuti. Un po' per "colpa" della console di Nintendo, un po' per un lavoro non troppo approfondito dal punto di vista grafico. Il menù è completo e appagante, ma, rispetto alla concorrenza, sulla console di Kyoto non prevede il multiplayer e le sfide online. A colmare questa lacuna ci pensa, però, una modalità split screen verticale davvero ben riuscita: potrete sfidare un amico sfruttando lo schermo della tv o della vostra Switch in versione da tavolo (ma usando i joy-con separati non si può variare la visuale di corsa) e rendere le gare ancora più divertenti. Il risultato è positivo e, nonostante l'impegno del processore raddoppi, non ci sono vistosi rallentamenti (anche perché al massimo ci possono essere solo 12 piloti in pista contemporaneamente), tanto che le gare prendono vita in un attimo. Anche grazie a caricamenti non troppo lunghi.

Certamente alcuni dettagli sono un po' basic (a partire dalle scene di intermezzo, ma quelle poche che ci sono risultano adeguate), ma soprattutto stona un settore danni davvero impalpabile per non dire inesistente. Una mancanza grave quando si parla di gare senza esclusione di colpi come quelle dei camion. Per il resto, piste e mezzi (interni compresi) sono stati ben realizzati e non mancano alcune chicche come ad esempio il tergicristalli da attivare in caso di gare bagnate. Per quanto riguarda il comparto audio, la riproduzione del sound ambientale è abbastanza fedele (dalle frenate a pedale strizzato, sino al tipico rombo delle motrici), mentre sorprende negativamente il commento esterno in sola lingua inglese (ci sono i sottotitoli in italiano).

Insomma, forse manca un po' di lavoro di affinamento (e non è detto che non arrivi con qualche patch futura), ma il risultato è pur sempre da pollice alto, non solo perché si tratta di una prima assoluta. Fossimo in voi, gli daremmo un'occasione. Anche perché non farete troppo caso a certi dettagli quando vi ritroverete in bagarre con il vostro compagno di divano nella modalità split screen. Davvero esaltante!

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments