Volley, Superlega: Perugia non sbaglia, Lube ok al tie-break

Gli umbri allungano a + 3, nel femminile Novara è la nuova capolista

  • A
  • A
  • A

Nell'ottava giornata della Superlega di volley Perugia batte 3-0 in trasferta il Castellana Grotte e scappa in testa a +3, complice la vittoria al Tie Break della Lube contro Modena. Anche Siena si impone al quinto set contro Milano. Vincono Trentino, Ravenna, Sora e Vibo Valentia. In serie A1 donne Novara è la nuova capolista. La Igor infatti batte 3-1 Filottrano. Seguono a ruota Conegliano e Scandicci. Cade Casalmaggiore.

Colpo esterno di Perugia, che rifila un 3-0 a domicilio al Grotta (24-26; 21-25; 24-26) e restando in battuta, allunga a +3 sulla Lube Civitanova. I marchigiani infatti contro Modena vanno al Tie break vincendo 3-2 (25-21; 29-31; 20-25; 27-25; 9-15), e hanno anche una gara in più. Ci vuole il Tie break anche tra Siena e Milano. Alla fine a spuntarla è Siena 3-2 (25-23; 19-25; 25-20, 20-25; 15-13).Tutto facile per Trentino, che in casa batte 3-0 Verona (25-16; 25-23; 25-18). Vince in scioltezza anche Ravenna, 3-0 con Latina (25-20, 25-20, 25-18). Soffre ma conquista i tre punti anche Vibo Valentia, che batte 3-1 Padova (29-31: 25-20; 28-26; 25-22). Mattatore assoluto del match il solito Al Hachadadi, che mette a referto ben 36 punti. Dall'altra parte non bastano i 20 di Torres. Bene Sora, che batte alla meglio in esterna su Monza 3-1 (21-25; 25-17; 23-25; 23-25).

Continua a viaggiare a punteggio pieno la Igor Novara, nuova e unica capolista dopo sei giornate, in attesa del posticipo di domani Busto Arsizio-Firenze. Le piemontesi battono infatti 3-1 anche la Lardini Filottrano (25-21;19-25;25-18;25-21). Mattatrice del match la solita Egonu. La stella della nazionale italiana, infatti, chiude con 26 punti, di cui 25 direttamente su attacco. Nelle ospiti non basta la prova di Vasilantonaki, autrice di 18 punti. Resta incollata Conegliano, che supera in trasferta la Reale Mutua Chieri 3-0 (24-26;24-26, 23-25). Partita molto più combattuta di quello che racconto il risultato finale, come del resto è raccontato dai parziali dei set, in cui le campionesse in carica sono dovute ricorrere per due volte ai voltaggi per portare a casa il punto. Sugli scudi la giapponese Miyu Nagaoka, che chiude a 16 punti. Successo importantissimo per la Scandicci che batte Casalmaggiore e aggancia così al secondo posto proprio la Pomì. Partita quasi mai in discussione, vinta dalle padrone di casa 3- 0 (25-17; 25-21; 25-23). Benissimo la Haak, che mette a referto 18 punti. Sorpresa a Brescia, dove la Banca Valsabbina cede in casa alla Zanetti Bergamo 1-3 (21-25; 24-26; 25-22; 23-25), Con questo successo Bergamo trova la prima gioia stagionale e, finalmente, smuove la classifica.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments