VOLLEY

Volley, Supercoppa: Perugia trionfa, Modena ko

Gli umbri conquistano il trofeo per la seconda volta imponendosi 3-2 nella finale di Civitanova

  • A
  • A
  • A

Perugia conquista la Supercoppa italiana maschile di volley. All’Eurosuole Forum di Civitanova la squadra di Vital Heynen supera Modena 3-2 (27-25, 23-25, 25-23, 18-25, 15-12) e si porta così a casa il primo trofeo della stagione. La Sir Safety vince il primo set ai vantaggi grazie ai due ace consecutivi finali di Leon; Modena pareggia i conti trascinata da Zaytsev, poi gli umbri tornano avanti con un magico diagonale di Leon. La Leo Shoes domina nel quarto set ma poi deve arrendersi al tie-break sotto i colpi del solito schiacciatore di origini cubane.

È festa grande al PalaCivitanova. Perugia conquista la sua seconda Supercoppa italiana (dopo quella vinta nel 2017) e si porta così a casa il primo trofeo della stagione pallavolistica. Modena inizia con il piglio giusto la prima finale dell’era Giani. Con un attacco impetuoso, la squadra emiliana tiene sempre un break di vantaggio su Perugia, che però ha il pregio di non mollare e di sbagliare pochissimo; Leon dalla zona di battuta non perdona. Dopo avere annullato due palle set agli emiliani, è il cubano-polacco a chiudere il set con due battute vincenti. Perugia parte bene nel secondo parziale, ma non riesce a concretizzare un break di due punti. Ivan Zaytsev comunque si innesca e con 11 punti nel set trascina gli emiliani. La Sir ricuce lo strappo, ma due murate su Leon lanciano la Leo Shoes verso il pareggio.

Il servizio è sempre determinante anche nel terzo parziale. Si lotta punto a punto, con percentuali d’attacco importanti, ma poi nella parte calda del set Leon e Atanasjevic fanno lo strappo che porta di nuovo in vantaggio la Sir. Zaytsev inizia alla grande il quarto set con una serie di battute quasi imprendibili e scuote Modena: 4-0. Entra Kaliberda per Bednorz, mentre il muro di Modena chiude tutti i varchi e mentre Anderson pesta forte in battuta. Dentro anche Russo e Plotnytskyi (per Podrascanin e Lanza), ma gli emiliani comandano. Mentre Heynen fa entrare tutta la panchina. Quinto set con i titolari in campo. Squadre sempre vicinissime per quasi tutto il tie-break (massimo un paio di punti di differenza) fino a quando Leon e Atanasiejvic non danno la spallata decisiva che fa crollare Modena.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments