Volley, playoff Superlega: Perugia schiaccia Civitanova per 3-0 e vola nella serie scudetto

Per gli umbri vittoria netta. Serie sul 2-1, monumentali Leon e Atanasijevic

foto www.sirsafetyperugia.it

La Sir Safety Conad Perugia batte per 3 set a 0 la Lube Civitanova in gara-3 dei playoff scudetto di SuperLega, dando un'incredibile prova di forza e portandosi sul 2-1 nella serie che laureerà i prossimi campioni d'Italia. Gli umbri controllano la partita dall'inizio alla fine, dominano ogni singolo set e chiudono i conti in un'ora e mezza: 25-17, 25-20, 25-18 il risultato finale. Sugli scudi Leon e Atanasijevic, autori di una partita monumentale.

Un 3-0 senza discussioni, ottenuto di fronte a un Pala Barton che accompagna la squadra in una vittoria pesantissima e soprattutto nel nome di due fuoriclasse: Aleksandar Atanasijevic e Wilfredo Leon, che certamente compariranno negli incubi dei giocatori di Civitanova, questa notte. E se la serie scudetto dice ancora 2-1, l'impressione è che la Lube dovrà inventarsi qualcosa di importante per arginare i ragazzi di Lorenzo Bernardi.

Perugia parte subito fortissimo, con Leon che mostra di essere in uno stato di forma stellare facendo volare i suoi sul 3-0. Poi entra in partita anche Atanasijevic e la Sir Safety si porta sull'8-4 dopo un tentativo di Juantorena di far rientrare gli ospiti. Anche Sokolov è in partita, ma non basta: Juantorena sbaglia, De Giorgi chiama un time-out, ma non cambia il senso del set, con Atanasijevic che trova il punto dell'11-5. Il Pala Barton urla dopo una splendida diagonale di Leon, ma Civitanova non sta solo a guardare: due ace in rapida successione di Sokolov valgono il 12-15. Quindi, dopo uno splendido salvataggio difensivo di Colaci arriva un altro punto di Atanasijevic, con Leon che trova l'ace e riporta i suoi sul 18-12. Gli umbri prendono sempre più il controllo delle operazioni e volano: Lanza sfonda il muro marchigiano per il 21-14, Leon trova un altro punto fondamentale e dopo un paio di errori alla battuta da ambo le parti arriva il 25-17 quando a sbagliare è Stankovic.

Il secondo set sembra presentare una Lube molto più in palla, con Atanasijevic che sbaglia due volte e Stankovic e Juantorena che ne approfittano, portando Civitanova sul 3-1 e poi sul 4-2. Perugia però reagisce e Podrascanin con un grande muro trova il punto del pari sul 5-5. Sokolov prova a riportare i suoi avanti, ma un muro di Galassi e due bombe di Atanasijevic valgono il nuovo sorpasso Sir Safety e l'11-8 per i padroni di casa. La Lube prova a non far scappare Perugia, ma un ace di Leon mette subito le cose in chiaro. Ed è ancora lui a chiudere una pazzesca diagonale per il 19-13 che di fatto rende anche il secondo set impossibile da recuperare per la Lube. E anche il pubblico inizia a festeggiare veramente dopo tre punti in rapida successione (Atanasijevic che perfora il muro ospite, Hoag che trova un altro fantastico ace e Podrascanin che mura perfettamente su Civitanova): è il 24-17, gli ospiti trovano tre punti ma alla fine è Kovar a chiudere i conti.

Civitanova, anche nel terzo set, parte forte sperando di raddrizzare la partita: importante l'ace di Simon che vale il 3-2, Sokolov trova il 7-5 e Juantorena il 9-6 Lube. Ma ancora una volta Perugia è in grado di rientrare in partita. Stavolta è Leon a caricarsi i suoi sulle spalle, trovando il pari sul 10-10 e il vantaggio Perugia sul 12-11. L'ace di Galassi vale il 15-12 e il punto che fa capire agli umbri di potercela fare. Arriva poi l'ennesimo muro vincente di Podrascanin, ma i titoli vanno ancora una volta a Leon: suoi i tre punti che portano la Sir Safety dai 20 ai 23 e suo anche l'ace del 25-18 finale. E ora Perugia è davvero libera di sognare.

TAGS:
Volley
Superlega
Playoff finale
PerugiaLube

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X