SVIZZERA-GERMANIA 1-1

Euro 2024, Svizzera-Germania 1-1: tedeschi agli ottavi da primi

Al Deutsche Bank Park di Francoforte Fullkrug risponde a Ndoye al 91': gli svizzeri passano il turno da secondi e potrebbero sfidare l'Italia

  • A
  • A
  • A

Nella terza e ultima giornata del Gruppo A di Euro 2024 Germania e Svizzera pareggiano 1-1 e blindano rispettivamente il passaggio agli ottavi da prima e seconda del girone. Al Deutsche Bank Park nel primo tempo Orsato annulla un gol di Andrich per un fallo di Musiala su Aebischer, poi gli elvetici aumentano i giri e Ndoye (28') sblocca il match su assist di Freuler. Nella ripresa i tedeschi reagiscono, spingono e pareggiano i conti solo nel recupero grazie a un colpo di testa di Fullkrug (91'). 

LA PARTITA
A quota quattro punti e a caccia di un posto negli ottavi, contro la Germania Yakin tiene Shaqiri in panchina e piazza Embolo al centro dell'attacco con Nodye e Rieder a supporto e Widmer, Xhaka, Freuler e Aebischer a far filtro e a impostare in mediana. Dopo le vittorie contro Scozia e Ungheria e con il passaggio del turno già archiviato, Nagelsmann invece non risparmia nessuno e conferma in blocco la formazione con Kroos e Andrich davanti alla difesa e Musiala, Gundogan e Wirtz alle spalle di Havertz. Con più qualità nei singoli, in avvio è la Germania a fare il match prendendo in mano il possesso. Corta e compatta la Svizzera però serra le linee, scherma gli appoggi per Kroos e prova a ripartire cercando rapidamente le punte. Sommer blocca un colpo di testa sugli sviluppi di un corner, poi Akanji respinge un destro di Gundogan e Havertz non arriva con i tempi giusti su un cross di Mittelstadt. Con gli elvetici attenti e ordinati in fase di non possesso, fino al quarto d'ora la gara scorre senza grandi occasioni, poi Orsato annulla un gol di Andrich per un fallo di Musiala su Aebischer. Decisione che "grazia" Sommer, decisamente colpevole sul destro del mediano del Bayer Leverkusen, tiene il risultato in equilibrio e dà fiducia alla Svizzera. Più aggressivi sui portatori e rapidi a ripartire, gli elvetici guadagnano metri e intorno alla mezz'ora di gioco danno una spallata alla gara con Ndoye, bravo a deviare in rete un cross col contagiri di Freuler. Gol che spacca la gara e mina le certezze tedesche. Soprattutto sulle incursioni di Ndoye. Scatenato, l'attaccante del Bologna quando attacca lo spazio fa paura e poco dopo sfiora il raddoppio con un diagonale di sinistro che scheggia il palo. Occasione che fa tremare Nagelsmann e a cui la Germania reagisce aumentando i giri sulla trequarti. Musiala prende per mano la squadra, ma le sue giocate non bastano per sfondare centralmente il bunker svizzero. Rudiger non trova la porta di testa da buona posizione sugli sviluppi di un corner, poi i tentativi di Havertz e Andrich fuori bersaglio chiudono il primo tempo. 

La ripresa inizia senza cambi e con una bella imbucata di Embolo. Azione che conferma la facilità della Svizzera a manovrare tra le linee e le difficoltà della Germania a schermare la difesa e a trovare Gundogan e Kross per costruire con i soliti meccanismi. Servito in profondità da Wirtz, Musiala scalda i guanti di Sommer dal limite, poi un destro di Kroos dalla distanza finisce fuori di poco. Più alta e aggressiva, la Germania alza il baricentro, ma con tanta pressione a inizio azione il gioco tedesco non decolla e fatica a trovare soluzioni pericolose. Per dare una scossa, intorno all'ora di gioco Nagelsmann fa entrare Schlotterbeck e Raum al posto di Tah e Mittelstadt. E l'esterno del Lipsia si mette subito in mostra con un sinistro dal limite che termina sopra la traversa. Tentativo che aumenta la pressione tedesca e innesca nuovi cambi. Nella Svizzera escono tutti e tre gli attaccanti ed entrano Vargas, Duah e Amdouni. Nella Germania Beier invece prende il posto di Andrich. Un colpo di testa di Havertz finisce alto, poi Akanji mura un sinistro ravvicinato di Kimmich e i tedeschi protestano per un contatto in area tra Beier e Widmer. A caccia del pari i padroni di casa spingono e attaccano con tanti uomini. La Svizzera però non molla e continua a pressare alto e a giocare con lucidità. Per l'assalto finale Nagelsmann getta nella mischia Sané e Fullkrug e i tedeschi vanno all-in. Da una parte Orsato annulla un gol di Vargas per una posizione irregolare in partenza dell'attaccante e Neuer vola su un sinistro velenoso di Xhaka. Dall'altra un colpo di testa di Havertz colpisce invece la parte alta della traversa e Fullkrug agguanta il pareggio tedesco che vale il primo posto nel girone con un'incornata all'ultimo respiro.

LE PAGELLE
Ndoye 7:
attivo e pimpante in campo aperto e sempre pronto ad attaccare la profondità. Le sue accelerazioni mettono in crisi Rudiger e Tah. Nel primo tempo sblocca la gara firmando il suo primo gol in nazionale con una zampata vincente su assist di Freuler 
Rieder 6,5: attento e ordinato tatticamente, si muove alle spalle di Embolo lavorando bene in emtrambe le fasi e cercando di dare qualità alla manovra tra le linee partendo da destra. Pochi fronzoli e tanta gamba
Sommer 5: l'errore sul gol annullato di Andrich nel primo tempo è grossolano. Non pesa sul risultato, d'accordo, ma non è assolutamente in linea con gli standard del portiere dell'Inter. Nella ripresa districa qualche situazione pericolosa sulle palle alte, ma nel finale Fullkrug lo castiga
Musiala 6: con la palla tra i piedi è sempre una delizia, ma non sfonda. E' l'unico che riesce a saltare l'uomo e a creare qualcosa tra le linee, ma non basta per scardinare il bunker elvetico
Gundogan-Kroos 5,5: la pressione svizzera gli toglie spazio, tempo e pallini. Faticano a farsi dare palla e a entrare nel vivo della manovra
Havertz 5,5: nel primo tempo gioca a nascondino, pasticcia con la palla tra i piedi e davanti la Germania sbatte centralmente contro Akanji. Un po' meglio nella ripresa e più presente in area sulle palle alte
Rudiger-Tah 5: patiscono la rapidità e il dinamismo di Ndoye e la Germania dietro traballa mostrando una fragilità inedita a Euro 2024. Tah rimedia anche un giallo che gli farà saltare gli ottavi
Fullkrug 7: entra nel finale e piazza il colpo che vale il pareggio e il primo posto del girone. Un'incornata pesantissima all'ultimo respiro
 

IL TABELLINO
SVIZZERA-GERMANIA 1-1
Svizzera (3-4-2-1):
Sommer 5; Schar 6, Akanji 6,5, Rodriguez 6; Widmer 6,5, Xhaka 6,5, Freuler 6,5, Aebischer 6; Rieder 6,5 (20' st Vargas 5,5), Ndoye 7 (20' st Duah 6); Embolo 6 (20' st Amdouni 6).
A disp.: Mvogo, Kobel, Stergiou, Elvedi, Zakaria, Okafor, Steffen, Zeber, Zesiger, Sierro, Shaqiri, Jashari. All.: Yakin 6
Germania (4-2-3-1): Neuer 6,5; Kimmich 6, Rudiger 5, Tah 5 (16' st Schlotterbeck 6), Mittelstadt 6 (16' st Raum 6,5); Andrich 5,5 (20' st Beier 6,5), Kroos 5,5; Musiala 6 (31' st Fullkrug 7), Gundogan 5,5, Wirtz 6 (31' st Sané 5,5); Havertz 5,5. 
A disp.: Baumann, Ter Stegen, Gross, Fuhrich, Muller, Anton, Henrichs, Koch, Can, Undav. All.: Nagelsmann 5,5
Arbitro: Orsato
Marcatori: 28' Ndoye (S), 46' Fullkrug (G)
Ammoniti: Ndoye, Xhaka, Widmer (S); Tah (G)
Espulsi: -

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti