Italia, le lacrime di Conte: "Però ora tutti ci rispettano"

Il ct nella conferenza stampa d'addio: "Abbiamo dato tutto, dispiace per i ragazzi. Ma abbiamo tracciato il solco"

Un Antonio Conte visibilmente emozionato. Commosso. La sala stampa di Montpellier lo applaude. E le lacrime scendono sul volto dell'ormai ex ct azzurro. "Oggi è più difficile di ieri, perché abbiamo realizzato che è finita. Dispiace, dispiace per i ragazzi, che hanno dato tutto". La conferenza d'addio del ct azzurro è un lungo elenco, un saluto a persone e un ricordo di emozioni indimenticabili. "Un obiettivo lo abbiamo raggiunto: tutti ci rispettano".

Conte ha salutato tutte le persone che lo hanno accompagnato in questo percorso: "Ringrazio lo staff, i cuochi, i magazzinieri. E' stato un onore avere a che fare con tutte queste persone. Un particolare ringraziamento va ad una persona: è Lele Oriali, che ho avuto il piacere di conoscere, con valori umani belli. Ringrazio il presidente: è stata un'esperienza straordinaria, mi auguro che sia un arrivederci e non un addio. Ringrazio la stampa, abbiamo lavorato insieme. Ci siamo conosciuti. So bene di non essere una persona semplice, ma penso che in questi due anni abbiamo raggiunto una stima reciproca".

La sconfitta con la Germania non cancella quanto di buono fatto, Conte ne è consapevole: "Auguro il più grande bene possibile a Ventura: lasciamo una traccia importante, che è quella del lavoro. Sono convinto che la Federazione abbia intrapreso una strada bella che possa portare i colori in alto, abbiamo raggiunto l'obiettivo di essere rispettati da tutti. Abbiamo tenuto testa ai campioni d'Europa e del mondo".

TAGS:
Antonio conte
Carlo tavecchio
Figc
Italia
Nazionale
Euro 2016