Euro 2016, avviso Uefa a inglesi e russi: Via dall'Europeo se...

Decisione per gli incidenti all'interno dello stadio Velodrome di Marsiglia.

L'Uefa ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti della Russia, dopo le violenze di ieri nello stadio Velodrome di Marsiglia. Il caso sarà discusso dalla Commissione disciplinare il 14 giugno. Dopo che nel loro settore era stato lanciato un fumogeno, i tifosi russi avevano reagito travolgendo gli steward e dando vita ad una serie di scontri. Per Inghilterra e Russia c'è anche il rischio esclusione.

L'UEFA DURA: RISCHIO ESCLUSIONE

Se dovessero ripetersi le violenze perpetrate ieri dai loro tifosi, Russia e Inghilterra saranno estromesse dell'Europeo. E' l'avvertimento dell'Uefa che, dopo aver aperto un'inchiesta sugli incidenti di Marsiglia, si dice pronta persino al passo estremo. L'Uefa ha spiegato di aver già avvisato sia la federazione inglese sia quella russa sui rischi a cui vanno incontro nel caso dovessero esserci ancora episodi di violenza commessi dai loro tifosi.

FIFA: "VIOLENZA INACCETTABILE"

Dopo gli incidenti di sabato a Marsiglia, arriva anche la dura presa di posizione della Fifa. "E' inaccettabile e vergognosa la violenza intorno a delle partite di pallone da parte di una minoranza di idioti che non hanno niente a che vedere con il calcio - si legge in una nota - Eventi come l'Europeo di Francia sono seguiti da milioni di persone in tutto il mondo persone che hanno solo voglia di celebrare il calcio e godersi le partite, così come dovrebbe sempre essere".

RUSSIA: "UNA VERGOGNA PER IL PAESE"

Il ministro dello Sport russo Vitaly Mutko ha condannato le violenze dei connazionali ieri a Marsiglia. Mutko ha detto alla Tass che "un po' di persone sono andate li' non per assistere ad una partita di calcio, questo e' sicuro" e che tali comportamenti rappresentano "una vergogna per il Paese". Sulla decisione della Uefa di aprire un procedimento disciplinare: "E' la cosa giusta. Ci sono stati fumogeni, scontri sugli spalti - riporta l'agenzia R-Sport - Ci prepareremo adeguatamente, presenteremo la nostra posizione".

GLI INCIDENTI

Ieri è stato un pomeriggio di tensione e scontri a Marsiglia dove gli hooligans inglesi e la polizia francese sono venuti nuovamente a contatto all'altezza del Porto Vecchio della città. Un gruppo di tifosi inglesi ha iniziato un lancio di bottiglie che ha coinvolto diversi tifosi russi. Secondo BFM-TV, collegata in diretta con il quartiere del vecchio porto dall'inizio degli scontri, un inglese si trova in ospedale "tra la vita e la morte".
Il tifoso inglese ricoverato nell'ospedale di Marsiglia sarebbe stato ripetutamente colpito alla testa da un tifoso russo. Lo sostiene il 'Telegraph' che cita un testimone che avrebbe assistito all'aggressione a poche ora dal calcio d'inizio di Inghilterra-Russia nella zona del porto di Marsiglia. Lo stesso testimone ha raccontato di aver assistito all'intervento del personale medico che ha praticato un massaggio cardiaco per rianimare l'uomo che aveva riportato ferite visibile alla testa.
La situazione si è calmata solo dopo l'intervento della polizia francese che con l'utilizzo massiccio di gas lacrimogeni ha disperso i tifosi. Poco prima, secondo quanto ha riferito un testimone alla Bbc, alcuni tifosi inglesi, che sanguinavano, erano stati portati via da poliziotti. C'erano stati anche ripetuti lanci di bottiglie. La situazione si presentava tesa, come anche la notte scorsa quando gruppi di inglesi che avevano assistito in alcuni bar della zona del porto alla partita Francia-Romania erano stati attaccati, sempre secondo la Bbc, da una "trentina di vandali locali, di giovane età".

TAGS:
Euro 2016
Inghilterra
Hooligans
Russia
Marsiglia
Polizia
Scontri