VERSO ITALIA-SVIZZERA

Italia, Bonucci: "Siamo la squadra più squadra. Svizzera? Non vedo l'ora"

Il difensore azzurro alla vigilia del secondo match di Euro 2020: "Loro meritano rispetto

  • A
  • A
  • A

Leonardo Bonucci è pronto ad affrontare il secondo impegno della Nazionale a Euro 2020, in programma mercoledì alle 21 all'Olimpico di Roma: "L'adrenalina alimenta questo lavoro e non vedo l'ora di giocare questa partita - ha detto il difensore azzurro in conferenza -. La Svizzera ha giocatori importanti, è una squadra che sta insieme da tempo e che merita rispetto. Questa Italia però è la squadra più squadra: nel corso di questi anni ci sono stati tanti giocatori che ne hanno fatto parte e non c'è mai stato un momento in cui qualcosa sia andato storto. Quando ci sono dei nuovi che entrano così in un gruppo significa che è coeso. E non a caso arrivano questi risultati".

Getty Images

L'entusiasmo dopo il 3-0 al debutto c'è, ma anche la voglia di non sedersi sugli allori: "Umiltà e piedi per terra sono i segreti per fare gare come quella contro la Turchia. Abbiamo sempre azzerato quel che abbiamo fatto, continuando a fare il nostro dovere. Sicuramente è tornata voglia di Nazionale ed è merito del mister: venivamo da una parentesi buia, il fatto di esser diventati gruppo è una conseguenza naturale dello star bene tra di noi".

Bonucci ha poi parlato delle altre rivali viste in questi primi quattro giorni di competizione: "Mi ha impressionato soprattutto l'Inghilterra, per l'attitudine che hanno e la voglia di portare a casa il risultato che mettono in campo".

Una riflessione anche sul razzismo e sulla scelta di alcuni calciatori di inginocchiarsi prima delle partite: "Siamo contro il razzismo e le discriminazioni. A oggi non c'è una richiesta da parte della Uefa di intraprendere un'iniziativa, è una libera scelta delle Federazioni, ma da parte di tutti c'è una posizione contro il razzismo".

Europei ora per ora
Vedi tutte

Europei

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
GIORNATA
CLASSIFICA
MARCATORI
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments