INGHILTERRA-SCOZIA 0-0

Euro 2020, Inghilterra-Scozia 0-0: a Wembley vince la noia

Pochissime emozioni sotto la pioggia di Londra, le sorti del Gruppo D si decidono all'ultima giornata

di
  • A
  • A
  • A

Finisce 0-0 Inghilterra-Scozia, nella seconda giornata della fase a gironi di Euro 2020. L'attesissimo derby britannico si rivela sfida avara di emozioni: in un primo tempo soporifero l'unico sussulto è il palo di Stones sugli sviluppi di corner, nella ripresa lo spettacolo migliora, ma il match non si sblocca. L'Inghilterra aggancia la Repubblica Ceca in vetta al Gruppo D, ma per garantirsi gli ottavi dovrà attendere l'ultima giornata.

LA PARTITA

Tanta pioggia, tantissime aspettative, ma solo 2 tiri in porta e poco spettacolo. Nella casa del football, a dirla tutta, di football se n'è visto davvero poco. La Scozia ha sopperito con il coraggio e l'aggressività a degli evidenti limiti tecnici, l'Inghilterra è apparsa squadra solida, ricca di talento, ma priva di un'identità di gioco capace di fare la differenza, specialmente in partite così bloccate. Per gli incroci del girone il passaggio del turno è quasi una formalità, visto che basterà un pareggio con i cechi per garantire a entrambi gli ottavi di finale, ma Southgate avrà bisogno anche di una prestazione di livello per ritrovare certezze e mandare un messaggio alle rivali. Gli uomini di Clarke, invece, tornano da Londra con la soddisfazione di aver fatto uno sgambetto agli eterni rivali, ma con pochissime speranze di farcela: servirà battere la Croazia, cosa non da poco, e sperare.

Sotto una pioggia che contribuisce a rendere l'atmosfera, se possibile, ancora più british, l'avvio di partita è piuttosto ingessato. La Scozia contribuisce a spezzettare il gioco con un pressing ruvido, l'Inghilterra fatica a trovare ritmo e fluidità. Per la prima palla gol ai padroni di casa serve un calcio da fermo, ma il poderoso colpo di testa di Stones (11') si stampa sul palo alla sinistra di Marshall. Gli uomini di Southgate non riescono ad accendere la fantasia dei loro gioiellini e a innescare Kane, quasi sempre fuori dal gioco; gli scozzesi si limitano al minimo indispensabile per contenere gli avversari, ma alla mezzora hanno un sussulto con O'Donnell, sulla cui volée è straordinario il riflesso di Pickford. Un primo tempo ben al di sotto delle aspettative si chiude inevitabilmente sullo 0-0.

L'Inghilterra sembra rientrare in campo con un atteggiamento più aggressivo nella ripresa, sfiora il vantaggio con una conclusione da fuori di Mount dopo un paio di minuti, sale di ritmo nelle giocate ma sbatte più di una volta contro il muro avversario nei tentativi di affondo successivi. Al 62' rischia di capitolare clamorosamente, ma sulla conclusione a botta sicura di Dykes, dopo un calcio d'angolo, è bravo a James a immolarsi e salvare di testa sulla riga di porta. Invocato a gran voce dal pubblico entra Grealish al posto di Foden, poi Rashford per un impalpabile Kane, ma il gioco non ne beneficia e la scintilla continua a non arrivare. A poco più di 10 minuti dal 90' la nazionale dei Tre Leoni può recriminare per un contatto in area Robertson-Sterling quantomeno sospetto, non visto né da Lahoz né dal Var. È l'ultimo vero brivido di una serata resa più spettacolare dal pubblico sugli spalti che dalle giocate in campo. Sancho e Bellingham restano seduti in panchina e la squadra finisce per accontentarsi di un pari brutto, ma tutto sommato utile.

IL TABELLINO

Inghilterra-Scozia 0-0
Inghilterra (4-2-3-1): Pickford 6,5; James 6, Stones 6, Mings 6, Shaw 6,5; Rice 5,5, Phillips 5,5; Sterling 6, Mount 5,5, Foden 6 (18' Grealish 5,5); Kane 4,5 (29' st Rashford 5,5).
Ct: Southgate 5
Scozia (3-5-2): Marshall 6; Hanley 6,5, Tierney 6,5, McTominay 6,5; O'Donnell 6, McGinn 5,5, McGregor 6, Gilmour 6 (31' st Armstrong 6), Robertson 6,5; Dykes 6, Adams 6,5 (41' st Nisbet sv).
Ct: Clarke 6
Arbitro: Lahoz
Marcatori:
Ammoniti: McGinn (S), O'Donnell (S)
Espulsi:

LE STATISTICHE

- Nel loro 115º incontro in tutte le competizioni, Inghilterra e Scozia hanno registrato solamente il quarto pareggio a reti inviolate, dopo il 1872, 1970 e 1987 - inoltre per la prima volta hanno pareggiato 0-0 a Wembley, al 33º confronto.
- Questo è stato il 17º pareggio a reti bianche in un grande torneo per l’Inghilterra (Europei + Mondiali), due in più di quasiasi altra squadra nella storia di queste competizioni.
- L’Inghilterra ha tenuto la porta inviolata in 14 delle ultime 18 partite in tutte le competizioni (14V, 2N, 2P).
- Dal nuovo Wembley aperto nel 2007, questo è stato solo il secondo 0-0 dell’Inghilterra in partite ufficiali in questo stadio, dopo quello nell’ottobre 2010 contro Montenegro nelle qualificazioni agli Europei sotto Fabio Capello.
- Il tiro di Reece James al 55º minuto è arrivato dopo 38 passaggi consecutivi dell'Inghilterra, la sequenza più lunga terminata con una conclusione negli Europei in corso.
- L'Inghilterra ha effettuato un solo tiro nello specchio contro la Scozia: non ne tentava così pochi in una partita degli Europei dal 2012, contro l'Italia.
- Per la prima volta dal 2012, contro l'Ucraina, l'Inghilterra non ha effettuato tiri nello specchio nel corso di un primo tempo di una gara degli Europei.
- Harry Kane ha giocato solo 19 palloni in questa partita, il suo record negativo in un match in cui ha disputato più di 45 minuti con la maglia dell’Inghilterra.
- Con una media di 25 anni e 31 giorni, l'Inghilterra ha schierato contro la Scozia la sua più giovane formazione titolare tra Europei e Mondiali.

Europei ora per ora
Vedi tutte

Europei

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
GIORNATA
CLASSIFICA
MARCATORI

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments