EURO 2020

Euro 2020, arriva l'ok della Uefa: l'Italia cambia Sensi con Pessina

Via libera da Nyon, martedì l'interista lascerà Coverciano: l'atalantino entra ufficialmente nei convocati per gli Europei. "Un onore e un orgoglio, mi spiace per Sensi"

  • A
  • A
  • A

L'Italia ha ricevuto il via libera dall'Uefa per sostituire l'infortunato Stefano Sensi con Matteo Pessina, che quindi parteciperà ufficialmente ad Euro 2020 con la maglia azzurra. Il centrocampista dell'Inter si era fatto male quattro giorni fa e l'atalantino, tra i pre-convocati, era rimasto in ritiro per precauzione, oggi il nullaosta da Nyon che, esami e referti alla mano, ha ratificato come Sensi non potesse giocare il torneo e ha quindi consentito a Mancini di usufruire del cambio previsto per infortuni seri o positività al Covid-19.

Ieri la Nazionale aveva inviato a Nyon la richiesta ufficiale di sostituzione per Sensi, allegando l'esito degli esami, che hanno evidenziato uno stiramento agli adduttori, assieme a diagnosi e conseguente prognosi. Regolamento alla mano (si parla di "cambio per infortunio grave o positività al Covid-19") c'era il timore di un possibile 'no' da parte della Uefa ma, visto anche il clima collaborativo di "ripartenza" per i grandi tornei delle squadre nazionali, è poi arrivata la risposta positiva.

PESSINA: "ONORE E ORGOGLIO, MI SPIACE PER SENSI"
"E' una emozione grandissima, indescrivibile. Per un giocatore far parte della Nazionale e poter fare una competizione del genere è motivo di onore e di orgoglio". Lo ha detto Matteo Pessina, da oggi nella lista dei 26 giocatori della Nazionale per l'Europeo. "Mi dispiace per Sensi, siamo amici e gli ho parlato subito dopo l'infortunio. Come lo è per me anche per lui sarebbe stata una grande emozione poter fare un Europeo - ha detto ai canali social della Figc - Dodici mesi fa ero ancora Verona e non era ancora iniziato il campionato dopo il lockdown e nemmeno avrei immaginato di essere convocato in nazionale e di fare un Europeo. Poi è stato tutto un crescendo, con l'Atalanta, la Champions e la Nazionale. E' stato tutto così veloce che non me ne sono neanche reso conto. Ci penserò dopo l'Europeo". Sulle emozioni per l'esordio e i primi gol. "L'esordio è stato piu' emozionante, i gol me li sono goduti ma avevo gia' fatto qualche partita", ha detto. Infine sull'esordio nell'Europeo contro la Turchia. "Venerdì voglio sentire tutti i nostri tifosi incitarci, perché in uno stadio del genere nella Capitale sara' bellissimo giocare la partita inaugurale del torneo. Ho giocato molte volte lì, anche una finale di coppa Italia, ma giocare con la Nazionale sarà sicuramente diverso".

Europei

  • CALENDARIO
  • CLASSIFICA
  • MARCATORI
GIORNATA
CLASSIFICA
MARCATORI

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments