NAZIONALE

Chi resta e chi torna nei club: la partita con la Turchia diventa un problema 

Dopo l'esclusione da Qatar 2022 l'Italia deve giocare una gara ritenuta inutile da molti: le società vogliono indietro i giocatori

  • A
  • A
  • A

Il presidente federale Gravina si è più volte lamentato del fatto che i club tengano poco in considerazione la nazionale. Il problema si ripropone in modo ancora più evidente alla vigilia della partita, che è di fatto un'amichevole, contro la Turchia. Le società hanno fatto pressioni per avere indietro i loro giocatori. Il Psg, per esempio, ha voluto a tutti i costi che Verratti tornasse subito a disposizione di Pochettino. C'è chi ci aveva già pensato: il Portogallo, per esempio, aveva già stabilito che in caso di esclusione prematura da Qatar 2022, i giocatori più importanti sarebbero tornati a disposizione delle rispettive società di appartenenza. 

Ma qual è il criterio per stabilire chi debba restare e chi possa tornare? Se ne sono già andati Gianluca Mancini, che effettivamente ha accusato un problema fisico, Berardi, Jorginho, Immobile, Insigne e Luiz Felipe. L'inevitabile polemica si scatena soprattutto perché, nel nostro campionato, c'è una lotta scudetto particolarmente combattuta. La formazione probabile destinata a scendere in campo in Turchia dovrebbe prevedere Donnarumma, De Sciglio, Acerbi, Chiellini, Biraghi, Pessina, Cristante, Tonali, Zaniolo, Scamacca, Raspadori. Ci sono, quindi, due elementi della difesa della Juventus, impegnata nella prossima partita contro l'Inter, e Tonali, elemento fondamentale del centrocampo di un Milan che scenderà in campo a San Siro contro il Bologna. I dubbi dei club sono legati, soprattutto, al numero di convocati da portare in Turchia. Un gruppo più limitato sarebbe stato più gradito da chi si gioca un'intera stagione nei prossimi due mesi. 

I CONVOCATI DI MANCINI
Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Pierluigi Gollini (Tottenham), Salvatore Sirigu (Genoa);
Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Mattia De Sciglio (Juventus), Emerson Palmieri (Lione), Alessandro Florenzi (Milan);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Stefano Sensi (Sampdoria), Sandro Tonali (Milan);
Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Joao Pedro (Cagliari), Matteo Politano (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo), Gianluca Scamacca (Sassuolo) Mattia Zaccagni (Lazio), Nicolò Zaniolo (Roma).

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti