contenuto sponsorizzato

Europei: l'Inghilterra vuol tornare in finale tre anni dopo, ma l'Olanda cerca una sfida che manca dal 1988

La squadra di Ronald Koeman ha conquistato l'ultima sfida ufficiale andata in scena nel 2019, tuttavia, secondo gli esperti SisalTipster, gli inglesi partono con il vantaggio dei pronostici

  • A
  • A
  • A
Europei: l'Inghilterra vuol tornare in finale tre anni dopo, ma l'Olanda cerca una sfida che manca dal 1988 - foto 1
© Getty Images

Olanda-Inghilterra non ha vissuto troppi precedenti in campo ufficiale, ma sicuramente può trasformarsi in una delle partite più sorprendenti degli Europei. Entrambe le compagini sono uscite da una fase a gironi particolarmente complicata e per certi versi deludente, seguita da un percorso irto di ostacoli nelle sfide a eliminazione diretta. Le due formazioni hanno però ora di tornare in finale puntando a un titolo che nei Paesi Bassi manca dal 1988, mentre Oltremanica non è mai stato alzato. 

Guardando i precedenti, vige un equilibrio quasi assoluto con gli uomini di Ronald Koeman che sono leggermente avanti con sette vittorie contro le sei dei Tre Leoni, tuttavia a farla da padrona sono i pareggi fissati a quota 9. L'ultima sfida ha visto gli Orange imporsi per 3-1 dopo i tempi supplementari nella semifinale di Nations League, tuttavia è ancora negli occhi degli appassionati di calcio la sfida degli Europei 1988 con tripletta di Marco Van BastenDüsseldorf.

Stavolta si giocherà a Dortmund, motivo per cui i pronostici pendono leggermente a favore dei ragazzi di Gareth Southgate come confermato dagli esperti di SisalTipster che quotano al 35% una vittoria britannica a fronte del 30% per i tulipani. 35% di possibilità che esca anche un pareggio nei tempi regolamentari con i rigori che potrebbero risolvere la contesa soltanto nel 17% dei casi. Un'eventualità che gli inglesi spererebbero di evitare dopo esser riusciti ad avere la meglio della Svizzera nei quarti, ma che al tempo stesso potrebbe favorirli come dimostrato dalle possibilità di guadagnare la via della finale nel 55% dei casi rispetto ai 45 per l'Olanda. 

Nonostante le due squadre siano dotate di "bocche di fuoco" consistenti, è difficile che possa uscirne una goleada, soprattutto se si prendono in considerazione le statistiche degli inglesi che sono riusciti a segnare più di un gol soltanto agli ottavi contro la Slovacchia in occasione dei tempi supplementari. Al tempo stesso però i britannici hanno subito solo tre gol in cinque sfide confermandosi una delle difese più difficili da penetrare a dispetto degli avversari che non hanno centrato la porta soltanto nell'incontro con la Francia, unico in cui non hanno subito reti. 

Ciò rende alquanto probabile che si vedano meno di tre gol, una percentuale fissata al 63% rispetto al 37% che accada il contrario, soprattutto la sfida potrebbe essere decisa da un episodio. Vista la presenza in campo di calciatori potenti come Harry KaneCody Gakpo, è possibile che arrivi un gol di testa previsto al 30%, così come una delle reti arrivi da un'autogol, un'eventualità sempre più presente in questi Europei e calcolata al 10%.Proprio quei nomi potrebbero marcare il proprio nome nel tabellino con l'attaccante del Bayern Monaco quotato al 26% per sbloccarsi nella competizione continentale, mentre l'atleta del Liverpool fermo al 23%. In un'azione decisiva (gol o assist) potrebbero inserirsi anche Jude Bellingham e Memphis Depay, eventualità calcolata al 33%.