La Roma ha il sì di Fonseca: c'è da convincere lo Shakhtar

Incontro positivo con l'entourage dell'allenatore portoghese per un contratto triennale

  • A
  • A
  • A

Paulo Fonseca è in pole position per diventare il prossimo allenatore della Roma. Il summit di Madrid tra la dirigenza giallorossa e l'entourage dell'allenatore portoghese si è concluso con una fumata bianca: le parti, infatti, avrebbero trovato un accordo per un contratto triennale. Fonseca ha un altro anno di contratto con lo Shakthar e i suoi agenti sono al lavoro per liberarlo senza pagare la clausola di 5 milioni di euro.

La Roma vuole Fonseca, Fonseca vuole la Roma, ma per celebrare il matrimonio manca l'ok dello Shakhtar Donetsk. L'allenatore portoghese, infatti, è ancora legato per un altro anno al club ucraino e ha una clausola di rescissione di 5 milioni di euro. Una cifra che i giallorossi non vogliono versare e per questo motivo i suoi agenti sono al lavoro per convincere la sua attuale società a lasciarlo andare senza indennizzi. In Ucraina Fonseca ha conquistato per tre volte di fila il titolo nazionale, oltre a tre coppe ucraine e una supercoppa. In patria invece ha vinto una Coppa del Portogallo alla guida del Braga nel 2016 e nel 2013 una Supercoppa con il Porto.

Due edizioni fa l'istrionico tecnico lusitano fece fuori il Napoli di Sarri nella fase a gironi di Champions League e per l'occasione si travestì da Zorro, come da fioretto in caso di qualificazione. La Roma ha comunque un piano B: si tratta di Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments